Category Archives: SNAITECH

Roma, 7 marzo 2018

Ieri 6 marzo presso la sede della Confindustria di Firenze si è tenuto il previsto incontro con la Snaitech. All’odg c’era la presentazione della piattaforma per la definizione del Cia aziendale. Al tavolo erano presenti la direzione Aziendale, la Confindustria di Firenze , la Filcams Cgil la Fisascat Cisl, la Fiom Cgil la Fim Cisl e la Slc Cgil oltre ad una folta delegazione di Rsa/Rsu di tutte le categorie interessate.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo illustrato la piattaforma rivendicativa. La controparte nella replica non è andata oltre una generica dichiarazione ma ha ribadito la disponibilità a trattare su tutti i temi per arrivare nel più breve tempo possibile ad una definizione del CIA. La Snaitech si è da ultimo riservata una riflessione per valutare la piattaforma nel suo complesso, dichiarando che , nel prossimo incontro si inizierà ad entrare nel merito delle richieste.

La prossima riunione si terrà con la partecipazione dei massimi livelli Aziendali e verrà calendarizzata per il 4 o 9 aprile 2018. Non appena avremo certezza della data esatta la comunicheremo con apposita circolare.

p.la Filcams Cgil Nazionale
Danilo Lelli

Roma, 19 ottobre 2017

Si è tenuto il 19 ottobre 2017 il previsto incontro con la Snaitech presso la sede della Confindustria di Firenze.

Hanno partecipato oltre alla Filcams Cgil nazionale e territoriali la Fiom Cgil nazionale e territoriale e la Fim Cisl e le rsa/ rsu Aziendali.

In apertura la Azienda ha evidenziato la situazione in riferimento alla gestione dell’accordo sulla 223/91 comunicando le situazioni di criticità e i lavoratori/trici ancora in Fis:
1 su Milano
2 su Roma
11 su Lucca (sede di Porcari).

Per quanto riguarda la afferenza contrattuale solo i 2 lavoratori di Roma fanno riferimento al Ccnl Terziario. La Snaitech ha poi dichiarato la volontà di aprire, nei prossimi giorni, una ulteriore procedura di riduzione di personale, in riferimento alle 14 posizioni che considerano ancora in esubero.

Come OO. SS. abbiamo fatto presente nostra contrarietà, anche perché questo ulteriore atto unilaterale rischia di compromettere i percorso avviato con la sottoscrizione dell’accordo per la gestione degli esuberi già realizzato a suo tempo e abbiamo richiesto di gestire gli eventuali esuberi con strumenti conservativi del rapporto di lavoro.

La Snaitech ha comunque ribadito la propria intenzione di aprire la nuova procedura.

A questo punto ci siamo riservati ogni valutazione a seguito della assemblea dei lavoratori.

La Snaitech ha, in ogni caso, dichiarato che la apertura della procedura, dal loro punto di vista, non compromette gli impegni assunti di addivenire nei primi mesi del 2018 ad un nuovo CIA per tutto il perimetro aziendale.
E’ stata poi affrontato il tema della videosorveglianza, rinviato su nostra richiesta ad altro incontro.

In coda alla riunione è stato discussa la questione del sistema premiante per i lavoratori del settore telefonia.

Dopo ampia discussione, come Filcams Cgil , ci siamo riservati una valutazione a fronte dell’invio di un testo da parte della Azienda.

Abbiamo espresso infatti, problematicità rispetto alla struttura del premio fondato essenzialmente sulla presenza in servizio. Trattandosi in ogni caso di un accordo ponte abbiamo evidenziato la necessità di costruire un sistema premiante più articolato ed equo in occasione della discussione per il rinnovo del CIA aziendale.

Restando a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Danilo Lelli

Roma, 1 agosto 2016

Oggetto: Incontro sindacale Snai / Cogetech/ Snai Rete Italia/ SIS.

TESTO UNITARIO

Il 19 Luglio 2016 si è svolto a Roma, presso la sede di Cogetech, l’incontro calendarizzato precedentemente con all’ordine del giorno:

•l’acquisizione di Cogetech nel gruppo Snai S.P.A;
•la cessione del ramo d’azienda della società Sis in Snai Rete Italia inerenti la sede e le agenzie.

Snai/Cogetech

Snai S.P.A. ha onorato il suo impegno precedentemente preso, consegnandoci ed illustrandoci il “Piano Industriale” del prossimo trimestre con la nuova organizzazione del Gruppo Snai/Cogetech. Con al prospettiva di avere a breve un’unica azienda, la direzione ha già proceduto con una forte semplificazione interna per ottimizzare sia i costi sia l’organizzazione del lavoro che a detta di loro permetterà di avere nei prossimi tre anni risparmi considerevoli. A questo si aggiunge lo sviluppo di obiettivi strategici attraverso il rilancio del Betting e lo sviluppo di nuovi giochi e nuove piattaforme per riaffermare la leadershirp del marchio sul settore.
In questo piano duole invece quanto prospettato in merito all’aspetto occupazionale, in quanto nel processo di semplificazione ed integrazione sono emerse delle ridondanze di ruolo e delle specializzazioni diversificate per ogni sede che rende necessari numerosi trasferimenti di personale fra le sedi di Milano, Porcari e Roma ed una previsione di esuberi pari a 90 unità.
Su questo aspetto le OO.SS. hanno fatto richiesta di affrontare il problema discutendone in tavoli territoriali per cercare delle soluzioni condivise per ridurre l’impatto dichiarato. Il lavoro che ne scaturirà sarà discusso nel prossimo incontro nazionale previsto a Porcari il 15 settembre.

Snai Rete Italia/Sis

Per quanto riguarda la fusione avvenuta pochi giorni fa fra le due società, l’azienda ha comunicato che entro la settimana saranno liquidate le spettanze ancora sospese e che si è avviato un tavolo di analisi per ottimizzare i costi a fronte delle continue perdite giornaliere delle agenzie. La sede amministrativa conta 17 unità e di queste molte si sono dette volontarie ad una uscita dalla società. Per quanto riguarda le 54 agenzie la situazione non è omogenea. Solo alcune di queste hanno un attivo di gestione mentre la maggioranza è in una costante situazione di perdita a causa di localizzazioni non strategiche e costi del personale eccessivi rispetto agli utili. L’azienda ha già avviato uno studio che prevede il mantenimento della gestione diretta di una parte mentre per le altre si parla di ricerca di gestione da parte di terzi. Anche in questo caso ci si è dati appuntamento a Roma per l’8 Settembre.

                  p. la Filcams Cgil Nazionale

Danilo Lelli