Category Archives: DISTRIBUZIONE MODA ZAB

In data odierna si è tenuto al Ministero l’incontro per l’azienda in oggetto (Moda Zab in fallimento).
Il curatore ha delegato un coadiutore (giusta delega agli atti) che appena iniziato l’incontro ci ha comunicato che in data 26 nov u.s. ha proceduto ad inviare le lettere individuali di licenziamento con decorrenza 31 dic.u.s. (ultimo giorno di cig in deroga).
Abbiamo provato a spiegare l’inefficacia del provvedimento all’azienda ma, come non bastasse, ci è stato risposto che lo stesso valeva anche come preavviso di licenziamento ai 25 lavoratori rimasti in forza, visto e considerato che nel frattempo altri 9 risultano dimessi nell’ultimo periodo. Stante tale situazione, dopo ampia discussione ed a fronte della chiusura da parte aziendale su tali aspetti e financo sull’ipotesi ventilata dalle OOSS di incentivi all’esodo dei lavoratori rimasti, si è concordato di redigere uno scarno verbale di mancato accordo che trovate in allegato.
A questo punto, prima di lasciarci, lo stesso Ministero ha ribadito l’opportunità da parte aziendale di licenziare i lavoratori a partire dal giorno successivo l’incontro e di corrispondere il periodo di mancato preavviso.
Pertanto si invitano i territori a monitorare tale aspetto onde evitare, in caso contrario, di dover promuovere le dovute vertenze individuali ai fini della tutela dei lavoratori coinvolti.
Per eventuali chiarimenti siamo a Vs disposizione.

p. Filcams Cgil Nazionale
M.G Gabrielli/ A. Ferrone

Nell’incontro avuto il 3 luglio us con il Ministero del Lavoro, lo stesso Ministero ha dato margine di possibilità al riconoscimento del trattamento di CIGD con decorrenza 1 marzo alla luce della documentazione e ricostruzione fornita dal curatore della società Ambrosio Retail.
Infatti, da detta documentazione, risulta che tra le due società (Ambrosio Retail e Distribuzione Moda Zab) i passaggi per rendere operativo il recesso di ramo d’azienda erano in corso già dal gennaio 2012 e che la lettera ai lavoratori dell’Ambrosio Retail, del febbraio 2012, ha costituito l’atto ultimativo.
Pur evidenziando ancora qualche riserva sulla ricostruzione sopra esposta (a nostro avviso trattasi di una riserva condivisibile), nell’incontro del 6 luglio, il Ministero ha confermato la possibilità della CIGD dal 1 marzo a fronte, ovviamente, di una dichiarazione di condivisione, da parte della società Distribuzione Moda Zab, da formalizzare attraverso un integrazione della richiesta della CIGD stessa.
Il consulente del fallimento Distribuzione Moda Zab, ha dichiarato di non avere ancora mandato a procedere in tale direzione perché non erano state ultimate le verifiche su quanto ricostruito dal curatore di Ambrosio Retail.
Abbiamo evidenziato come l’approssimazione e la confusione con cui tutte le procedure sono state affrontate, nonostante le segnalazioni e gli interventi da parte delle OOSS; hanno prodotto già forti penalizzazioni per i lavoratori e che ulteriori dilazioni, non vincolate inoltre ad un risultato certo, rappresentano un disagio assolutamente da evitare.
Il Ministero ha però preso atto della richiesta di rinvio espressa dal Consulente poiché, in assenza di una condivisione formale al percorso sopra indicato, l’incontro poteva concludersi con il solo riconoscimento della CIGd dal 5 maggio precludendo definitivamente la possibilità di recuperare il periodo 1 marzo – 4 maggio.
Come OO.SS. abbiamo preso atto della richiesta e siamo stati riconvocati, per un ulteriore e definitivo incontro, lunedì 16 luglio ore 11.30 sempre presso la sede del Ministero del Lavoro, Via Fornovo . 8 – Roma.

p. la Segreteria Filcams Nazionale
M. Grazia Gabrielli

Link Correlati
     NOTA ESPLICATIVA