Category Archives: BLOCKBUSTER ITALIA

Raccomandata r.r.
Anticipata via fax
Spett.le
Blockbuster
Via Alserio, 10
20159 Milano
Fax 02-69613430

Spett.le
Ascom Roma
c.a.Dott. Mario Gentiluomo
Via Properzio, 5
00193 Roma
Fax 06-68437227

Lo scorso 11 gennaio, abbiamo ricevuto vostra comunicazione con cui ci informavate dell’impossibilità di provvedere al pagamento delle retribuzioni del mese di dicembre. Tale comunicazione si aggiunge alla già grave situazione che coinvolge le lavoratrici ed i lavoratori di Blockbuster, a cui è stato già comunicato che fra pochi mesi perderanno il posto di lavoro, e che, a fronte dell’acquisizione di parte dei punti vendita da altra società, solo in parte saranno ricollocati. La Blockbuster è stata ammessa al concordato preventivo da pochi giorni, era pertanto scontato che vi potessero essere problemi per il pagamento delle retribuzioni da parte delle banche.
Troviamo pertanto grave che la società non si sia fatta carico per tempo di verificare la possibilità di far fronte al pagamento delle spettanze suddette, né tanto meno di darne informazione tempestiva alle OO.SS. Vi invitiamo, pertanto, a provvedere, con la massima urgenza a fornirci informazione corretta su come si intenderà far fronte alla situazione e a provvedere al pagamento di almeno una parte di detta retribuzione.

Infine, siamo stati informati che è in corso di ripristino il sistema informatico dei punti vendita. Cogliamo positivamente la ripresa di un sistema operativo più efficiente, ma esprimiamo ulteriore preoccupazione rispetto a quanto ci è stato dichiarato nel corso dello scorso incontro sulle motivazioni della sospensione di detto sistema. Attendiamo riscontro entro la settimana corrente. Diversamente ci riserviamo di ricorrere a tutti gli strumenti nostra disposizione a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, ivi compresi il ricorso alle Istituzioni, i media e la mobilitazione.

p/FILCAMS Cgilp/FISASCAT Cislp/UILTUCS Uil
Sabina BigazziDaniela RondinelliGabriele Fiorino

TESTO UNITARIO

Care compagne, cari compagni,

si è tenuto, in data 28-12-2011, il programmato incontro con Blockbuster, ancora più opportuno date le notizie pubblicate dai giornali nei giorni passati.
Il liquidatore, Dott. Galluccio, ha confermato di aver presentato istanza per il concordato preventivo, lo scorso 20 dicembre.

La richiesta di ammissione prevede:

    cessione di circa 79 punti vendita ad “Esserebenessere”, catena di parafarmacie;
    imponendo la legge la presenza di farmacisti laureati, l’azienda assumerà 1 fulltime equivalent per punto vendita;
    i creditori privilegiati, primi fra tutti i lavoratori, saranno soddisfatti al 100%;
    Cigs per 12 mesi, con mobilità volontaria;
    Chiusura di tutti i punti vendita entro il 31 marzo, salvo eccezioni per vendere tutte le rimanenze di magazzino.

Il primo passo necessario per ottenere l’ammissione al Concordato Preventivo, è quello di effettuare la cessione dei punti vendita ad Esserebenessere, in quanto consentirà di dare copertura a buona parte dei debiti. Pertanto l’azienda attiverà le procedure di legge entro la prima metà di gennaio. Per altro, in caso di procedure concorsuali, il buon esito della cessione, è vincolato al raggiungimento dell’accordo sindacale. Immediatamente dopo, Blockbuster inoltrerà richiesta di convocazione al Mnistero del Lavoro, per ottenere la Cigs per 12 mesi, successiva a quella già in vigore, che scadrà il 28 febbraio prossimo.

Nei giorni scorsi ci sono state numerose polemiche, anche con toni accesi, in seguito alla proclamazione di sciopero in alcuni territori, per i giorni festivi. Abbiamo perciò contestato sia il merito che il metodo. E’ evidente che la vendita dei prodotti ancora presenti nei magazzini è importante per il buon esito del Concordato Preventivo. Tuttavia la totale mancanza di comunicazione e di informazione che abbiamo registrato da luglio ad oggi, fino a giungere alla chiusura di numerosi punti vendita anche da un momento all’altro, non ha suscitato spirito collaborativo nei lavoratori tutti. Perciò non possiamo che imputare all’azienda quanto avvenuto proprio durante le festività. Abbiamo perciò, ancora una volta, chiesto all’azienda di fornire tempestive informazioni su ogni passaggio che sarò effettuato.

Vi informeremo tempestivamente delle prossime comunicazioni ed incontri che concorderemo.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi


l’incontro in oggetto era stato programmato per verificare l’andamento della Cigs ma soprattutto per discutere con il liquidatore Dott. Galluccio dell’elaborazione del Piano di concordato per conoscere il percorso che dovrebbe condurre alla chiusura e/o cessione graduale dei punti vendita.

Il liquidatore di Blockbuster ci ha informato che presenterà richiesta di ammissione al concordato preventivo presso il Tribunale Fallimentare di Milano entro metà ottobre. Nel frattempo ha avviato una serie di confronti sia con il pool dei 14 affiliati della Blockbuster Italia, che con 8 importanti aziende, di cui 3 quotate in borsa, interessate all’acquisto di tutti o parte dei punti vendita. Sono stati già sottoscritti degli accordi di riservatezza, pertanto non ci ha potuto comunicare di quali aziende si tratti.

Il liquidatore tuttavia ci ha informato che come premessa ai colloqui di interesse ha sempre posto come priorità la salvaguardia del maggior numero possibile di posti di lavoro, criterio che anche noi crediamo debba essere preso in considerazione dalla procedura di concordato nella fase di accettazione delle offerte.

Pur avendo evidenziato numerose problematiche, fra le quali i ritardi negli accrediti delle retribuzioni, abbiamo convenuto, in accordo con la delegazione presente, di attendere che venga depositato l’atto in tribunale. Nell’atto saranno indicate le capacità dell’azienda di far fronte ai debiti e di poter sostenere quindi il concordato preventivo, per poter vagliare al meglio le offerte di acquisto.

Da parte sua, l’azienda si è impegnata ad incontrarci immediatamente dopo la presentazione del concordato per fornirci informazioni più dettagliate sul possibile scenario di prospettiva.

Nell’informarvi tempestivamente rispetto alla convocazione del prossimo incontro,

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi

Link Correlati
     NOTA ESPLICATIVA

Testo Unitario

Care/i compagne/i,

p. la Filcams Cgil Nazionale
S. Bigazzi


All.1- Verbale di accordo 5-08-2011

Roma, 01 febbraio 2011

TESTO UNITARIO

si è tenuto il 27 gennaio us, il programmato incontro con Blockbuster, che ha già inviato al Ministero del Lavoro, formale richiesta di convocazione per essere ammessa al trattamento di Cigs a rotazione. L’azienda ci ha illustrato in modo più dettagliato il programma di riorganizzazione che intende metter in atto al fine di contenere e ridurre i costi. Tutti i punti vendita saranno toccati da una riduzione degli orari di apertura di due o un’ ora al giorno. In alcuni casi i punti vendita verranno chiusi per la pausa pranzo. Sul 50% dei punti vendita tale processo sarà messo in atto senza interventi sui lavoratori, mentre nel restante 50% la riduzione sarà effettuata con l’utilizzo della Cigs.

E’ evidente, quindi, che la nuova organizzazione del lavoro coinvolgerà tutti i punti vendita. Perciò abbiamo rinnovato la richiesta di coinvolgere le OO.SS sull’organizzazione del lavoro, attraverso un accordo quadro nazionale che venga poi attuato sul piano territoriale. L’accordo dovrà riguardare anche il lavoro domenicale e festivo, piano ferie, Rol e recuperi.

Inoltre, abbiamo ribadito la necessità di coinvolgere tutta la platea dei lavoratori nella rotazione, ivi compresi gli Store Manager. Nonostante che questi temi fossero già stati posti sul tavolo nell’incontro dello scorso 14 gennaio, l’azienda ha opposto una forte resistenza. Dopo una lunga discussione, con momenti di forte tensione, abbiamo concordato che nei prossimi giorni Blockbuster incontrerà i territoriali delle realtà più importanti (Milano, Torino, Roma, Napoli) per discutere e concordare le soluzioni organizzative possibili. Nel frattempo, l’Ascom di Roma ci invierà una bozza di accordo su cui ci confronteremo,anche via mail, allo scopo di giungere al prossimo incontro con un quadro più chiaro.

Il prossimo incontro dovrebbe aver luogo il giorno 08 febbraio 2011, alle ore 11.00, presso la sede dell’Ascom di Roma, Via Properzio 5.

Il suddetto incontro deve essere ancora confermato in via definitiva. Perciò ve ne daremo conferma il prima possibile


p/FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi

Roma 4 Febbraio 2010

TESTO UNITARIO

si è svolto nel pomeriggio del 2 Febbraio 2010 l’incontro tra la Soc. Blockbuster, la delegazione nazionale Filcams, Fisascat e delegati aziendali provenienti da diverse sedi, per un primo esame della grave situazione di crisi che investe l’azienda.

In occasione dell’incontro del 10 dicembre 2009, in cui la direzione aziendale prospettava un possibile recupero delle performance di vendita nella restante parte di dicembre ed un miglioramento dei conti attraverso al ricorso continuo allo strumento della flessibilità, il sindacato ha manifestato dubbi e preoccupazione, puntualmente confermata dai fatti.

L’azienda ha infatti definito i tratti della crisi in atto che si legge tutta nella perdita economica sul bilancio 2009, stimata in – 6,8 milioni di euro, che ha fatto decidere alla proprietà aziendale americana l’effettuazione di tagli drastici di sedi e personale.

Il piano di rientro prospettato dall’azienda si riassume in un quadro che prevede la chiusura di 28 punti vendita e l’apertura della procedura di mobilità per 169 persone della rete vendita, ( di cui 53 con contratto a tempo determinato e la parte restante a tempo indeterminato), più 7 dell’Aquila attualmente in CIG, oltre a 12/14 della sede direzionale di Milano.

Nel dettaglio:

· 7 p.v. a Milano (Stesani, Gran Sasso, Misurata, Pagano, Santa Rita, Salgari, Viale Monza,

· 1 p.v. a Cinisello Balsamo

· 1 p.v. a Lecco

· 1 p.v. a Legnano (De Gasperi)

· 1 p.v. a Torino (Giulio Cesare)

· 1 p.v. a Modena (Viale Trento)

· 1 p.v. a Mestre (Piave)

· 1 p.v. a Arezzo

· 1 p.v. a Casalecchio di Reno

· 1 p.v. a Civitanova Marche

· 1 p.v. a Siracusa (centro commerciale)

· 1 p.v. a Terni

· 1 p.v. a Padova

· 1 p.v. a Pomezia

· 1 p.v. a Napoli (Cinthia)

· 1 p.v. a L’Aquila

· 6 p.v. a Roma (Lunghezza, Aurelia, Boccea, Conca, Giustiniano Imperatore, Zama).

L’azienda ha annunciato che la procedura ex lege 223/91 sarà avviata entro lunedì 8 febbraio ed ha concordato due date utili per avviare il confronto di merito: il 24 febbraio, alle 10,30 a Roma, presso la Confcommercio Provinciale (Via Properzio, 5) e il 2 Marzo, alle 10,30 presso l’Unione del Commercio di Milano. (Corso Venezia 47/49)

Il sindacato ha dichiarato di voler perseguire un percorso che consenta di ridurre al minimo l’impatto sociale di questa decisione aziendale, attraverso la ricerca del giusto mix di ammortizzatori sociali, di mobilità orizzontale con proposte di trasferimento di sede, incentivo all’esodo e, per quanto riguarda la sede dell’Aquila, una particolare attenzione alla luce dei possibili provvedimenti attesi per la ricostruzione ed il rilancio dell’economia cittadina.

I delegati e le delegate delle strutture interessate possono organizzare la propria presenza ai rispettivi incontri

p. La Filcams Cgil

Sabina Bigazzi

Blockbuster - Verbale di Accordo 29 maggio 2008.pdf

1) INTESA TRANSITORIA SULLE MODALITA’ ATTUATIVE PER LO SVOLGIMENTO DELLE ASSEMBLEE DEI LAVORATORI NELLE UNITA’ DI VENDITA BLOCKBUSTER

2) RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

1)

Sulla base di quanto previsto dal verbale del 3/10/2000 e in attesa di definire a livello nazionale modalità attuative per lo svolgimento del diritto in oggetto, le parti concordano quanto segue:

a) il diritto di assemblea viene disciplinato dalla normativa contrattuale in vigore (art. 33 CCNL)

b) potranno partecipare all’assemblea anche i lavoratori non in turno avendo diritto ad recupero compensativo di pari durata e fino ad un massimo di 12 ore annue, da fruirsi entro 6 mesi;

c) le assemblee si effettueranno pressi i seguenti locali:

- Milano, viale FulvioTesti

- Milano, via Medeghino

- Altri due locali da individuare nella zona est e ovest di Milano

d) La presente intesa si intende in vigore sino alla definizione a livello nazionale di complete modalità attuative come previsto dall’accordo del 3/10/2000.

2)

Le parti ribadiscono che la sicurezza sul lavoro è una priorità da perseguire e convengono di incontrarsi il 12/3/02 alle ore 15.00 per quanto attiene ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza.

Per La Filcams- Cgil Per l’Azienda

Per la Uiltucs.Uil