Category Archives: ATRIPLEX

VERBALE DI INCONTRO

(PROCEDURA EX ART. 47 L. 428/90 E SUCCESSIVE MODIFICHE)

In data 21 marzo 2002 si sono incontrati in Roma, presso la sede della Confcommercio Nazionale – P.zza G. Belli, 2, la Cam Petroli S.r.l., l’Atriplex S.r.l., assistite dalla Confcommercio Nazionale, e le Segreterie Nazionali Filcams-CGIL, Fisascat- CSL, Uiltucs-UIL, unitamente alla RSU Atriplex dell’Area Nord ed al Coordinamento Nazionale delle RSU Atriplex, per esperire l’incontro congiunto di consultazione sindacale, previsto dall’art. 47 della Legge 428/90, in merito al programmato conferimento da parte Atriplex alla Cam Petroli del ramo di azienda costituito dalle filiali di Milano, Novara/Vercelli, Torino.

PREMESSO

- Che, in conformità al modello di relazioni sindacali delineato dall’ ;Accordo Aziendale Nazionale Atriplex dell’8 giugno 2000 ed in particolare a quanto in esso definito in tema di diritto d’informazione, Atriplex ha provveduto nello scorso mese di febbraio a fornire alle competenti rappresentanze sindacali un’informativa preventiva sulla programmata operazione di costituire una iniziativa comune con Cam Petroli mediante conferimento a quest’ultima del ramo d’azienda costituito dalle filiali Atriplex di Milano – Novara/Vercelli – Torino;

- Che in data 4 marzo Atriplex e Cam Petroli hanno inviato alle competenti RSU, nonché alle rispettive strutture sindacali di categoria le comunicazioni per l’avvio della procedura di consultazione sindacale ai sensi e per gli effetti dell’art. 47 L. 428/90 e successive modifiche;

ciò premesso,

nell’odierna riunione Atriplex e Cam Petroli hanno manifestato la comune volontà di procedere alla costituzione di una iniziativa comune con l’intento di ottimizzare e sviluppare il mercato delll’extrarete di prodotti petroliferi nel territorio della Regione Lombardia e della Regione Piemonte, configurando in tal modo un accrescimento di valore dell’ attività.

A tal fine Atriplex ha comunicato il proprio intendimento di conferire alla nuova iniziativa il ramo d’azienda costituito dalle Filiali di Milano, Novara/Vercelli e Torino, nelle quali operano ad oggi 23 unità lavorative, nominativamente richiamate nell’elenco allegato, che costituisce parte integrante dal presente atto.

Nella Cam Petroli, Atriplex e Agip Petroli avranno una partecipazione del 50%.

Atriplex e Cam Petroli hanno provveduto ad illustrare in modo ampio ed approfondito gli aspetti tecnico-organizzativi e produttivi che sono alla base dell’iniziativa, esaminando congiuntamente i riflessi sui rapporti di lavoro del personale interessato.

Il suddetto trasferimento di ramo d’azienda avrà luogo a partire dal 1° aprile 2002 e comunque successivamente all’ottenimento dell’autorizzazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

I rapporti di lavoro del personale, appartenente al conferendo ramo d’ azienda, proseguiranno, mediante passaggio immediato e diretto d’azienda, ai sensi dell’art. 2112 c.c., come novellato dal D.Lgs. n. 18 del 2 febbraio 2001, con la Società Cam Petroli dalla data di effetto del conferimento e nei loro confronti continuerà a trovare applicazione il c.c.n.l. Terziario, fermo restando il mantenimento ai lavoratori interessati del livello retributivo individualmente maturato, dell’anzianità, nonché delle mansioni e dell’inquadramento acquisiti alle dipendenze Atriplex. Resta peraltro invariato il trattamento attualmente in essere presso ATRIPLEX per il servizio sostitutivo della mensa, per la malattia e per l’indisposizione.

Con riferimento al Premio di Risultato in atto in Atriplex, la Cam Petroli, considerata l’oggettiva difficoltà a poter riconoscere un meccanismo di premio strutturato su una realtà organizzativa diversa dalla propria, si impegna a individuare in un apposito incontro con le OO.SS. nazionali una soluzione conforme alla propria organizzazione d’azienda (parametri oggettivi di efficienza, qualità, produttività, indicatori economici dell’andamento aziendale, ecc.), idonea al mantenimento di un premio variabile collegato ai risultati economici e gestionali d’impresa. Nel medesimo incontro verrà definito un modello di relazioni sindacali.

Inoltre le parti, pur riconoscendo la piena efficacia e validità del sistema contributivo complementare previsto dal c.c.n.l. Terziario denominato Fon.Te. , considerato che gran parte dei lavoratori interessati al trasferendo ramo d’azienda, in qualità di dipendenti da Società del Gruppo Eni, risultano iscritti al fondo complementare denominato Fondenergia, nel quale chiedono la permanenza, hanno concordato di mantenere ai lavoratori tale condizione associativa anche dopo il trasferimento, con facoltà di adesione estesa a quei dipendenti dell’iniziativa comune che volessero successivamente accedervi.

Cam Petroli, anche al fine di garantire la continuità della raccolta contributiva per gli attuali associati, espleterà tutti i conseguenti necessari adempimenti amministrativi verso Fondenergia.

In relazione a quanto precede, Cam Petroli a partire dalla retribuzione del mese di aprile 2002 o comunque dal mese da cui ha effetto il conferimento del ramo d’azienda, si impegna a versare per ogni lavoratore iscritto a Fondenergia le seguenti contribuzioni:

A. Un contributo pari all’1,32% della retribuzione utile ai fini del calcolo del TFR, a carico del lavoratore;

B. Un contributo pari all’1,32% della retribuzione utile ai fini del TFR del lavoratore interessato, a carico dell’azienda;

C. Un contributo pari al 36% della quota TFR, relativo alla retribuzione mensile.

      Per i lavoratori con prima occupazione, successiva alla data del 28 aprile 1993 il contributo sarà pari al 100% del TFR relativo alla retribuzione mensile.

      Inoltre ai sensi della regolamentazione di Fondenergia è prevista una quota di iscrizione al Fondo di L. 30.000 “una tantum” complessive per ciascun iscritto, da versarsi all’atto della presentazione della domanda, in ragione di L. 23.000= da parte dell’azienda e di L. 7.000= da parte del lavoratore in ogni caso Cam Petroli si dichiara disponibile ad attenersi alla regolamentazione di Fondenergia.

      Con la sottoscrizione del presente verbale le parti si danno reciprocamente atto che è stata positivamente esperita la procedura di consultazione sindacale, di cui all’art. 47 L. 428/90 e successive modifiche.

      Letto, confermato e sottoscritto:

      Cam Petroli S.r.l. Atriplex S.r.l. Confcommercio Nazionale OO.SS. Nazionali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

      Coord.to Naz.le RSU Atriplex, RSU Atriplex Area Nord

Roma, 6 aprile 2001

VERBALE D’INCONTRO

Con riferimento agli affidamenti convenuti nell’Accordo Nazione Atriplex deIl’8 giugno 2000, in data odierna si sono incontrate presso gli Uffici della sede Centrale di Roma, l’Atriplex, assistita dalla Confcommercio di Roma, ed il Coordinamento delle RSU Atriplex congiuntamente alle OO.SS. Nazionali del Terziario FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e Uiltucs-Uil, per una valutazione dell’andamento gestionale e delle risultanze economiche connesse agli esiti del Premio di Risultato Atriplex riferito all’anno 2000.

Essendosi peraltro esaurita la fase sperimentale del Premio, le parti hanno proceduto nella circostanza ad una valutazione complessiva in merito alla validità del meccanismo strutturale, finalizzata ad un sua possibile modifica migliorativa.

Dopo un’ampia ed approfondita disamina dell’andamento del mercato di riferimento in cui Atriplex opera e delle criticità intervenute nello stesso nel corso del 2000, che hanno di riflesso influenzato il relativo risultato d’esercizio e quindi quello del Premio, le parti, nel darsi atto delle conseguenti risultanze economiche del Premio per l’anno 2000, si sono rilasciate reciproco affidamento per l’immediata costituzione di una commissione mista Azienda/RSU che esamini ed individui in sede tecnica le possibili soluzioni per una eventuale nuova struttura del Premio, nonché per una analisi comparativa tra elementi omogenei a fondamento del salario di partecipazione Commercio ed Energia.

    Il 20 giugno 2001 le parti si incontreranno per esaminare congiuntamente i lavori della commissione e per definire la struttura del Premio a valere per il residuo triennio 2001-2003.

    In ogni caso le parti, alla luce della recente esperienza del Premio di Risultato Atriplex, come noto avviato in termini sperimentali per l’anno 2000, riconfermano la validità dei presupposti previsti dal Protocollo deI 23 luglio 1993 tra Governo e parti sociali sulla politica dei redditi, in ragione dei quali è stato sottoscritto l’accordo istitutivo del Premio medesimo.

    Per quest’anno le erogazioni collegate al Premio di risultato 2000, di cui all’allegata tabella, verranno messe in pagamento con il corrente mese di aprile.

    ATRIPLEX S.r.l. Coordinamento RSU FILCAMS CGIL

    FISASCAT CISL

    UILTUCS UIL

    CONFCOMERCIO di Roma

    Allegato al Verbale d’incontro del 6 aprile 2001

    PREMIO DI RISULTATO ATRIPLEX RIFERITO ALL’ANNO 2000
    (Punto 4 – Parte Economica dell’accordo 8 giugno 2000)

    In relazione alla struttura del Premio collegata, in via sperimentale per l’anno 2000, al solo parametro di Redditività dell’Atriplex, misurata dal relativo ROI raggiunto nell’esercizio dello stesso 2000, il Premio di Risultato determina le seguenti erogazioni economiche in pagamento con la mensilità di aprile 2001.

    Calcolo del Premio

    (ROI consuntivato)
    38,50 (Importo al ROI atteso)
    ————————- (0,83) X L.2.500.000 = L.2.075.000 al Liv.2°
    (ROl Atteso)

      46,39

    Parametrazione per livello d’inquadramento
    Q(Par.250)=L. 2.660.000
    Liv.1°(Par.225)=L. 2.395.000
    Liv.2°(Par.195)=L. 2.075.00
    Liv.3°(Par.167)=L. 1.777.000
    Liv,.4°(Par.144)=L. 1.532.000

    VERBALE DI INCONTRO
    (ex art. 47 legge 428/1990)

    In data 7 marzo 2001 presso le sede della Confcommercio di Roma in via Properzio, 5, si sono incontrate l’Atriplex S.r.l., l’Atriplex Servizi Logistici e Trasporti S.r.l., assistite dalla Confcommercio e le RSU Atriplex di Sede, dell’Area Nord e dell’Area Centro-Sud, nonché ; il Coordinamento Nazionale delle RSU Atriplex, congiuntamente alle OO.SS. Nazionali del Terziario FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTuCS-UIL, per esperire, in osservanza dell’art.47 della L. 428/90, la procedura di consultazione sindacale in merito alla programmata scissione del ramo d’ azienda distribuzione Atriplex S.r.l. a beneficio della nuova società Atriplex Servizi Logistici e Trasporti S.r.l..

    Premesso

    - che, in conformità al modello di relazioni industriali delineato nell’Accordo 8 giugno 2000 ed in particolare a quanto definito in tema di diritto d’informazione, in data 14 luglio 2000 Atriplex ha provveduto a fornire alle RSU Atriplex ed alle OO.SS. Nazionali del Terziario una prima informativa preventiva sullo stato di realizzazione del progetto di riassetto organizzativo della distribuzione secondaria di Settore (Progetto Delivery) e che allo stesso titolo in data 29 gennaio 2001 tale informativa ha riguardato l’assetto definitivo assunto dal citato progetto, che nell’occasione è stato ampiamente illustrato in tutte le sue parti, compresi gli aspetti riguardanti la scissione del ramo d’azienda distribuzione Atriplex e la struttura operativa della nuova società di trasporto Atriplex Servizi Logistici e Trasporti. Allo stesso modo sono state fornite ampie delucidazioni sulle motivazioni che sono a fondamento del progetto e della sua realizzazione;
    - che in data 12 febbraio 2001 Atriplex ed Atriplex Servizi Logistici e Trasporti hanno inviato alle competenti RSU, nonché alle rispettive Associazioni di categoria, le lettere di comunicazione per l’avvio della procedura di consultazione sindacale ai sensi e per gli effetti dell’art.47 Legge 428/90;
    - che in data 19 febbraio 2001 le OO.SS. del Terziario hanno comunicato ad Atriplex e ad Atriplex Servizi Logistici la disponibilità ad espletare, nei tempi previsti dalla legge, la procedura di consultazione sindacale a livello nazionale rimanendo a disposizione per concordare, nell’ambito dei tempi previsti dalla legge, le relative modalità di attuazione;
    - che in data 20 febbraio Atriplex ed Atriplex Servizi Logistici e Trasporti hanno espresso il loro assenso alla proposta sindacale di cui al punto precedente;
    - che è stata infine concordata la giornata del 7 marzo 2001 quale data reciprocamente utile per consentire, nei tempi previsti dalla vigente normativa, l’espletamento della consultazione sindacale di cui all’ art.47 L. 428/90.

    Tutto ciò premesso,

    nella odierna riunione l’Atriplex, in qualità di società che intende scindere il proprio ramo d’azienda trasporti, costituito da 11 autisti + 5 impiegati di Sede + 23 automezzi + ( portafoglio di contratti con operatori qualificati per l’attuazione della distribuzione, ad esclusione di quella effettuata nell’ambito dei rapporti prevalentemente commerciali, nonché dal personale relativo ai contratti di fitto d’azienda in essere presso Bologna e Vercelli, rispettivamente con Brasina Avro e Nuova Calor Service (interessanti n. 4 autisti, che alla scadenza dei contratti seguiranno il ramo d’azienda scisso), e l’Atriplex Servizi Logistici e Trasporti, in qualità di beneficiaria della scissione, riconfermando i contenuti dell’informativa preventiva fornita il 29.1.2001 alle RSU Atriplex ed alle O0.SS. Nazionali del Terziario, hanno provveduto ad illustrare in modo ampio e approfondito le motivazioni e gli aspetti tecnico-organizzativi e produttivi che sono alla base del progetto di scissione, esaminando congiuntamente ogni possibile riflesso sui sottostanti rapporti di lavoro del personale interessato al trasferimento di ramo d’ azienda.

    In particolare è stato riconfermato che detta scissione rientra nel più ampio piano di riorganizzazione del Settore Agip Petroli, finalizzato al miglioramento della competitività sul mercato.

    Tale piano, finalizzato alla riorganizzazione del delivery, si basa sulla razionalizzazione della distribuzione secondaria di settore tramite l’ individuazione di un unico centro di specialistico qualificato nei servizi di logistica secondaria, che, valorizzando gli assets distributivi, assicuri oltre che al Settore AGIP Petroli, cui Atriplex appartiene, anche alle Società ; del Gruppo ENI, il contenimento dei costi ed il miglioramento del livello qualitativo della distribuzione, in grado da un lato di consolidarsi sul mercato di riferimento e dall’altro di espandere in prospettiva il Business verso terzi.

    Il suddetto trasferimento di ramo d’azienda avrà luogo dalla stessa data di effetto del procedimento di scissione del ramo d’azienda Atriplex a beneficio dell’Atriplex Servizi Logistici e Trasporti, prevista a partire dal 12 marzo 2001.

    In particolare per quanto attiene il personale organizzativamente appartenente al ramo d’azienda scisso e pertanto interessato al passaggio ad Atriplex Servizi Logistici e Trasporti, i cui nominativi sono riportati nella nota allegata, costituente parte integrante del presente verbale, è stato confermato che la nuova società Atriplex Servizi Logistici e Trasporti applicherà ai rapporti di lavoro dei propri dipendenti il c.c.n.l. Energia, nonché gli accordi integrativi in atto per tale area contrattuale di Settore, e che gli attuali siti di dislocazione delle risorse lavorative interessate all’atto traslativo non subiranno variazione in ragione del passaggio alla nuova società.

    I rapporti di lavoro del personale Atriplex, come sopra individuato, proseguiranno, mediante passaggio immediato e diretto, ai sensi dell’art. 2112 c.c. con Atriplex Servizi Logistici e Trasporti dalla data di effetto del procedimento di scissione del patrimonio Atriplex a beneficio dell’ Atriplex Servizi Logistici e Trasporti, prevista,. come detto, a partire daI 12 marzo 2001, e nei confronti degli stessi troverà applicazione il c.c.n.l. Energia con gli accordi integrativi connessi a tale area contrattuale.

    Resta inteso, a chiarimento tra le parti, che, fermo restando i livelli retributivi da ciascun lavoratore acquisiti con la società cedente, i predetti trasferimenti verranno comunque attuati sia in termini di inquadramento nel c.c.n.l. Energia sia in termini assegnazione di mansioni, nel rispetto dei criteri disposti dall’art. 2112 c.c. e comunque di equivalenza professionale maturata nel ramo scisso.

    Fatta salva l’informativa di cui sopra, le parti convengono che, dopo un primo periodo di operatività (6 mesi) della nuova società di delivery, venga effettuata a livello nazionale una verifica sull’andamento deI servizio reso ad Atriplex, con particolare riguardo agli effetti dello stesso sull’attività commerciale di quest’ultima.

    Su espressa richiesta delle OO.SS. convenuta nell’incontro deI 29/01/2001, si conferma, infine, la previsione di un incontro a livello nazionale tra Azienda Atriplex e Sindacato, da tenersi entro giugno 2001, per fare il punto sulla situazione riguardante l’assetto societario della stessa Atriplex e le sue possibili prospettive nel più ampio contesto del settore Agip Petroli.

    Con il presente verbale le parti intendono darsi reciprocamente atto di aver positivamente esperito la procedura di consultazione sindacale di cui all’ art. 47 della legge 29 dicembre 1990 n. 428.

    Atriplex S.r.l. Atriplex Servizi Logistici e Trasporti Srl RSU Atriplex

    OO.SS Nazionali:
    Filcams-CGI L Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Confcommercio Roma

    Roma, 7 marzo 2001

    DICHIARAZIONE A VERBALE

    Per quanto attiene i cinque impiegati di Sede, di cui all’elenco nominativo allegato al verbale di accordo stipulato in data 7 marzo 2001 neI corso della procedura di consultazione sindacale ex art. 47 L. 428/90, di cui la presente dichiarazione costituisce parte integrante, considerate le oggettive difficoltà logistiche per un per un loro inserimento nella struttura organizzativa dell’Atriplex Servizi Logistici e Trasporti in Genova, si conviene, in deroga agli effetti dell’art.21 12 c.c., di cui comunque non costituisce pregiudizio, che dalla stessa data di effetto del procedimento di scissione del ramo d’azienda Atriplex, cui appartengono, vengano riallocati, con il consenso della Caposettore che rilascia a tal fine la propria disponibilità, nell’ambito delle strutture dello stesso settore AGIP Petroli, presenti sul territorio di Roma, nel rispetto dell’ equivalenza professionale maturata e privilegiando l’inserimento in attività il più possibile conformi all’esperienza acquisita nel ramo oggetto della scissione.

    Atriplex Srl Atriplex Servizi Logistici e Trasporto Srl RSU Atriplex

    OO.SS. Nazionali Agip Petroli S.p.A. Confcommercio Roma

    Filcams-CGIL

    Fisascat-CISL

    Uiltucs-UIL

    PIATTAFORMA DI II° LIVELLO DI CONTRATTAZIONE

    PREMESSO

    Che a seguito degli incontri del 14 Giugno 1999 e del 10 Novembre 1999, la società Atriplex aderiva, in via di principio, alla realizzazione di un Contratto Aziendale Nazionale di secondo livello sulla base delle richieste sindacali;

    Che conseguentemente le OO.SS. Nazionali di Categoria si impegnavano ad elaborare una specifica “Piattaforma di richieste” , come appresso predisposta, da trasmettere alla Direzione Aziendale;

    Che quanto richiesto nella “Piattaforma” rientra nel quadro di quanto previsto sia dal “Protocollo” del Luglio 1993 che dal vigente CCNL del “Terziario”;

    Che in tale quadro rientra con coerenza anche quanto contenuto nella direttiva U.E., adottata dal Consiglio dei Ministri il 22/9/94, relativa ai Comitati Aziendali Europei;

    Che l’attivazione di quanto sopra fa assumere alle “Relazioni Sindacali” valore di riferimento essenziali ai fini di una pratica gestione volta a consolidare quanto in materia è già previsto dal CCNL e a consentire il confronto, ai vari livelli, attraverso la definizione di un sistema di relazioni sindacali teso a governare i processi di riorganizzazione aziendale, di decentramento e di sviluppo della Società;

    Tutto ciò premesso, al fine di realizzare gli obiettivi sopra richiamati, si richiede di concretizzare il negoziato sulle seguenti materie:

    1) SISTEMA DI RELAZIONI SINDACALI

    Si richiede di attivare un modello di “Relazioni Sindacali” con la definizione di norme e procedure come qui di seguito specificate:

    - RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO NAZIONALE

    a) Diritti di informazione – materie di confronto.

    Annualmente di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura dei bilanci, la direzione dell’Azienda, le OO.SS. nazionali e il coordinamento nazionale delle R.S.U./R.S.A. si incontreranno al fine di effettuare un esame congiunto sulle tematiche previste dal CCNL.

    Nel corso di tale incontro o anche al di fuori della scadenza sopra indicata, l’azienda fornirà ulteriori informazioni preventive su:

    ·situazione sulla rete commerciale ed eventuali programmi di terziarizzazione;
    ·investimenti per nuove presenze, acquisizione e/o diversificazione sul mercato;
    ·investimenti per innovazioni tecnologiche;
    ·interventi di modifica dell’assetto societario della azienda e/o della sua possibile cessione da parte del “Gruppo ENI-AGIP”
    ·livelli occupazionali, disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego, professionalità, nuove professionalità;
    ·interventi di modifica sull’organizzazione del lavoro, ivi compreso l’orario di lavoro di natura nazionale;
    ·politica commerciale, dei prezzi, degli approvvigionamenti;
    ·politica retributiva;
    ·formazione;
    ·obiettivi di budget e/o fatturato.

    Inoltre sono da prevedersi informazioni sulle politiche aziendali a livello internazionale ed in particolare a livello dell’Unione Europea, anche in relazione della costituzione dei CAI;

    ed informazioni consuntive su:
    ·livelli di fatturato;
    ·indici di mercato;
    ·bilanci annuali e/o situazioni parziali aggiornate;
    ·risultati formazione svolta;
    ·orari di lavoro, straordinari, lavoro supplementare.

    b) Modulistica informativa.

    In coerenza con quanto previsto al precedente punto a), si richiede la compilazione, da parte aziendale, di schede informative per ogni singola unità produttiva, quale strumento per la verifica del risultato consuntivo dell’anno di attività.

    Al riguardo si richiede di predisporre un fac-simile di “scheda” da allegare all’accordo.

    2) RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO DECENTRATO

    Sulla base di quanto dichiarato in premessa ed in rapporto alla presenza ATRIPLEX ed al suo possibile sviluppo sul territorio nazionale, si richiede di concordare la finalizzazione dei ruoli e dei compiti delle strutture sindacali decentrate, così come sotto riportati alla lettera a)
    Al riguardo, tenuto conto che la struttura organizzativa della Atrplex è, allo stato, suddivisa sul territorio nazionale in “Aree Commerciali” non omogenee si richiede che le rappresentanze sindacali siano suddivise in due Aree Geografiche (Area Nord e Area Centro Sud) più una per gli Uffici di Sede e Filiale di Roma.
    Per la loro costituzione e la loro composizione valgono norme e le modalità definite nel “Protocollo Aggiuntivo in tema di Funzionamento delle Relazioni Sindacali”, allegato alla presente “Piattaforma”;

    a) Ruoli e compiti del livello di area

    A questo livello vanno demandati i compiti connessi alla gestione derivante dall’informazione a livello nazionale
    A questo livello, inoltre, su richiesta di una delle due parti, le stesse, si incontreranno per affrontare e definire materie e problemi relativi a:

    ·confronto sull’organizzazione del lavoro;
    ·distribuzione orario di lavoro, turni e nastri orari, utilizzo degli impianti anche con riferimento agli organici, ai carichi di lavoro, alla flessibilità;
    ·verifica e controllo degli orari concordati;
    ·trasferimenti;
    ·verifica e confronto per l’applicazione dell’inquadramento professionale;
    ·controllo delle norme relative alla tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori, anche in riferimento all’ambiente e sicurezza (legge 626/94);
    ·appalti;
    ·quanto delegato all’accordo nazionale.

    In occasione di tali incontri o in date diverse da concordare, le parti potranno affrontare e definire problematiche non demandate e/o definite a livello nazionale.
    Le parti confermano che il sopracitato sistema di relazioni sindacali a livello decentrato è orientato a privilegiare il confronto, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi.
    Pertanto, in caso di comportamenti non coerenti con tale metodo di confronti, le parti si impegnano ad incontrarsi a livello nazionale per ricercare e congiuntamente concordare le soluzioni più idonee.

    3) FUNZIONAMENTO DELLE RELAZIONI SINDACALI

    Per l’attivazione e la pratica gestione di quanto derivante dal modello di “Relazioni Sindacali” così come definito ai precedenti articoli, si richiede di istituire idonei strumenti, idonee modalità di utilizzo dei permessi sindacali e idonee modalità per la comunicazione delle informazioni, che permettano, a tutti i livelli, un più razionale ed efficace funzionamento delle relazioni sindacali stesse.
    Al riguardo, in coerenza con le finalità sopra richiamate e non in antitesi con quanto in materia è regolato dalle specifiche norme di legge e contrattuali, le partii convengono di disciplinare i sotto riportati “strumenti” con le modalità così come definite nel “Protocollo Aggiuntivo” .

    Strumenti

    A1) Coordinamento Nazionale delle R.S.U./R.S.A.

    In coerenza con quanto richiamato all’art. 1) viene costituito un Coordinamento Nazionale delle R.S.U. / R.S.A. composto da due delegati per ogni Area geografica più due delegati per gli Uffici di Sede e di Filiale di Roma.
    Tali componenti saranno designati dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo di secondo livello ed i loro nominativi saranno comunicati alla Direzione Atrplex entro 30 giorni dalla ratifica dello stesso.

    A2) Gruppo di lavoro per le pari opportunità

    Le parti convengono sulla opportunità di realizzare, in attuazione della Legge 125791 in tema di parità uomo donna, interventi che favoriscano pari opportunità di lavoro.
    A tal fine viene costituito il Gruppo di lavoro per le “Pari Opportunità” composto da ……….membri, di cui ……..designati dalla Atriplex e ……..designati dalle OO.SS.
    Il Gruppo di lavoro costituisce lo strumento che ha il compito di:

    ·Studiare la legislazione vigente e le esperienze in materia a livello Nazionale e Comunitario;
    ·Formulare e seguire i progetti di azioni positive volti a garantire la rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono il raggiungimento delle pari opportunità uomo/donna sul lavoro. In questo senso il Gruppo, utilizzando gli strumenti previsti dalla Legge 125/91 si attiverà per seguire anche l’iter dei progetti stessi sia nella fase di ammissione ai finanziamenti previsti dalla Legge sopra richiamata sia nell’attuazione degli stessi;
    Il Gruppo di Lavoro, annualmente, riferirà sull’attività svolta alle parti stipulanti il Contratto Nazionale di secondo livello.

    A3) Commissione Paritetica Ambiente e Sicurezza

    Con riferimento alla Legge 626/94, si richiede di concordare sull’opportunità di costituire una Commissione Paritetica la quale, anche sulla base di quanto definito in materia tra OO.SS. di categoria e Confcommercio, individuerà le condizioni possibili per definire un accordo specifico da valere per Atriplex.
    Nel contempo si procederà alla elezione dei R.L.S. così come disposto dalla Legge sopra richiamata e secondo le vigenti modalità.

    4) PARTE NORMATIVA

    Nell’ambito della stipula del contratto aziendale di secondo livello “Atriplex” si richiede di affrontare e definire le seguenti materie:

    1)Trattamento Malattia

    SI richiede la corresponsione del 100% del trattamento economico per i giorni di assenza per malattia compresi tra il 4° e il 21° giorno;
    Si richiede inoltre la possibilità di autocertificare da parte dei lavoratori l’assenza del solo 1° giorno di malattia.

    2)Assistenza Sanitaria Integrativa

    Considerato quanto definito in materia dal vigente CCNL del “Terziario” e tenuto conto quanto in essere nelle Società del “Gruppo ENI-AGIP” si richiede di avviare uno specifico confronto volto a ricercare e definire idonee soluzioni a favore dei dipendenti Atriplex.

    3)Previdenza Integrativa

    Tenuto conto che tale materia è, allo stato, operativa solo nel quadro degli accordi di “Gruppo ENI-AGIP”” si richiede di avviare uno specifico confronto volto a chiarire e definire le soluzioni più idonee.

    4)Buoni Pasto

    Su tale materia si richiede di contrattualizzare i valori economici e le modalità di fruizione dei “buoni pasto” così come ad oggi in uso in azienda.

    5) PARTE ECONOMICA

    In coerenza con il modello sistema delle “Relazioni Sindacali” di cui alla presente piattaforma si richiede la definizione di quote salariali derivanti dall’incremento verificabile di redditività e produttività aziendale e/o ad obbiettivi da concordare nonché quelli afferenti i lavori che comportino particolare disagio.
    Al riguardo si richiede un incontro, da effettuarsi prima dell’avvio del confronto per l’accordo aziendale, finalizzato ad acquisire una serie di dati organizzativi, di bilancio e di trattamenti economici in atto che permettano di operare del “consolidamento” e di valutare al meglio tutti i possibili parametri ed indicatori con i quali misurare gli incrementi e/o gli obbiettivi sopra richiamati.
    .
    Protocollo aggiuntivo all’Ipotesi di piattaforma per la stipula del contratto aziendale nazionale ATRIPLEX ( Contrattazione di II° Livello ) In tema di:
    “Funzionamento delle “Relazioni Sindacali”

    ·Valutato quanto in materia è disciplinato dalle norme di Legge, dal CCNL e dal presente accordo aziendale in tema di rappresentanza e di funzionamento delle relazioni sindacali.
    ·Visto quanto in materia di rappresentanza e rappresentatività è allo stato all’esame del Parlamento Italiano.
    ·Presa visione del montante delle ore di permesso retribuito, disponibili per l’esercizio dell’attività sindacale ed usufruibili sia dai lavoratori che dai loro rappresentanti eletti e/o nominati in forza delle norme di Legge e con le procedure contrattuali vigenti.
    ·Considerato quanto convenuto tra le OO.SS. firmatarie del presente accordo, in tema di regole per la elezione delle RSU, nonché per il funzionamento delle attività sindacali di cui al “Protocollo di Accordo 17/12/1993” e successive modifiche del Maggio 1994”,
    Fermo restando quanto vigente in materia di costituzione e di funzionamento delle RSA, si richiede:

    A) Le RSU/RSA potranno essere costituite a livello di “Area Geografica”, più una RSU/RSA a livello di “Uffici di Sede” e “Filiale di Roma” così come richiamato all’art. 2 della piattaforma.

    Il diritto a promuovere la costituzione delle RSU/RSA è di spettanza delle OO.SS. competenti per territorio e firmatarie del contratto aziendale di II° livello;

    C)Le modalità di elezioni delle RSU/RSA saranno quelle previste al “Protocollo di Accordo 17/12/93” e successive modifiche del Maggio 1994;

    D)La RSU/RSA di Area Geografica sarà composta da un numero di rappresentanti pari e non superiore al numero delle Unità Produttive che la compongono;

    E)La RSU/RSA di Uffici di Sede e Filiale di Roma sarà composta da ……… rappresentanti;

    F)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento dell’attività sindacale delle RSU/RSA costituite a livello di Area Geografica e/o a livello di Uffici di Sede e di Filiale di Roma vengono rese disponibili 3 ore annue retribuite per ogni lavoratore dipendente di tutte le unità produttive presenti per ogni “Area Geografica” e/o di “Uffici di Sede e Filiale di Roma”
    Al riguardo, ad esclusione delle ore retribuite di cui alla lettera a) dell’art.26 del CCNL “Terziario della Distribuzione e di Servizi” del 3/11/94, nonché delle ore spese per incontri richiesti dalla Direzione di Area o di Sede, le parti si danno comunque atto che il monte ore così come definito non potrà essere superato anche se il diritto viene esercitato contemporaneamente da tutti i componenti la RSU/RSA. Ai fini della titolarità della richiesta delle ore di cui sopra, questa è di spettanza della RSU/RSA e/o delle OO.SS. competenti per territorio

    G)A partire dal 1 Gennaio 2000,per l’espletamento delle assemblee sindacali in tutte le “Unità Produttive”, vengono rese disponibili 12 ore retribuite annue per ogni dipendente.
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di cui sopra, questa è di spettanza della RSU/RSA di Area Geografica e/o della RSU/RSA di Uffici di Sede e Filiale di Roma; e/o, per entrambi i casi, delle OO.SS competenti per territorio.

    H)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento delle assemblee a livello di “Area Geografica”, vengono rese disponibili ….. ore retribuite annue per ciascun dipendente di ogni “Unità Produttiva” facente parte della stessa Area. ( Apposito prospetto da predisporre )
    Al riguardo, l’espletamento delle assemblee a livello di “Area Geografica”, avverrà di norma fuori dell’orario di lavoro e le ore richieste ed utilizzate dai lavoratori dipendenti verranno corrisposte con la retribuzione di fatto di cui al CCNL.
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di cui sopra, questa è di spettanza della RSU/RSA di” Area Geografica” e/o delle OO.SS. competenti per territorio

    I)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Coordinamento Nazionale delle RSU/RSA”, così come previsti all’art. 2) lettera A1) della “Piattaforma”, vengono rese disponibili … ore retribuite annue, pari e rispettive a … ore annue per ognuno dei delegati costituenti il “Coordinamento Nazionale”.
    Al riguardo, le parti si danno comunque atto che il monte ore complessivo annuo, così come sopra definito, non potrà superare le….. ore nell’arco di durata dell’Accordo Aziendale Nazionale ATRIPLEX
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di permesso di cui sopra questa è di spettanza delle OO.SS. Nazionali.

    L)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Gruppo di lavoro per le pari opportunità”, così come previsti all’art. 2 lettera A2) della “Piattaforma”, vengono rese disponibili …. ore retribuite annue, pari e rispettive a … ore annue per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS. costituenti il “Gruppo”.
    Al riguardo, le parti si danno comunque atto che il monte ore complessivo annuo, così come sopra definito, non potrà superare le…. ore nell’arco di durata dell’Accordo Aziendale Nazionale ATRIPLEX
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di cui sopra questa è di spettanza delle OO.SS. Nazionali

    M)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati alla Commissione Paritetica Ambiente e Sicurezza così come previsto all’art.2 lettera A3) della “Piattaforma” vengono rese disponibili ………ore retribuite annue, pari e rispettive a….ore annue per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS. costituenti la “Commissione”
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di cui sopra, questa è di spettanza delle OO.SS. Nazionali.

    DICHIARAZIONE CONGIUNTA

    Allo scopo di facilitare l’attività dei componenti gli “strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) e A3) dell’art. 2 della “Piattaforma” si richiede la seguente Dichiarazione Congiunta:

    La Società ATRPLEX. per lo svolgimento dei lavori dei componenti gli “strumenti” di cui sopra, permetterà di utilizzare presso la propria Sede Nazionale sita in Roma Via …………………………., una apposita sala riunioni fornita di idonea attrezzatura informatica.
    La Società ATRIPLEX., inoltre, in occasione delle riunioni formalmente convocate per le rispettive attività sopra richiamate, sosterrà a suo completo carico, previa presentazione di ricevute di spesa e comunque fino ad un massimo di lire……………per ogni giornata di attività, le spese di viaggio sostenute complessivamente dai componenti gli “strumenti” di cui sopra.

    Le parti allo scopo di favorire la comunicazione delle informazioni alle e tra le strutture sindacali, ai vari livelli coinvolti nella pratica gestione del’ ”Accordo Aziendale Nazionale”, concordano di mettere a disposizione l’utilizzo dei rispettivi e corrispondenti “FAX” e/o “Caselle di Posta Elettronica” così come, ad oggi, risultanti dallo specifico elenco, il cui aggiornamento dovrà essere tempestivamente comunicato dalle strutture interessate.

    In tale ambito, le parti valuteranno la possibilità di realizzare e rendere disponibile una sezione sindacale specifica all’interno del sito intranet aziendale,

    Le parti nel considerare sperimentale il complesso delle modalità di cui al presente “Protocollo” concordano sull’opportunità di attivare specifiche verifiche annuali sia per valutare il funzionamento del modello delle “Relazioni Sindacali” che per esaminare, in tale ambito, l’utilizzo del monte ore retribuito disponibile.

    IPOTESI DI PIATTAFORMA DI II° LIVELLO DI CONTRATTAZIONE

    PREMESSO

    Che a seguito degli incontri del 14 Giugno 1999 e del 10 Novembre 1999, la società Atriplex aderiva, in via di principio, alla realizzazione di un Contratto Aziendale Nazionale di secondo livello sulla base delle richieste sindacali;

    Che conseguentemente le OO.SS. Nazionali di Categoria si impegnavano ad elaborare una specifica “Piattaforma di richieste” , come appresso predisposta, da trasmettere alla Direzione Aziendale;

    Che quanto richiesto nella “Piattaforma” rientra nel quadro di quanto previsto sia dal “Protocollo” del Luglio 1993 che dal vigente CCNL del “Terziario”;

    Che in tale quadro rientra con coerenza anche quanto contenuto nella direttiva U.E., adottata dal Consiglio dei Ministri il 22/9/94, relativa ai Comitati Aziendali Europei;

    Che l’attivazione di quanto sopra fa assumere alle “Relazioni Sindacali” valore di riferimento essenziali ai fini di una pratica gestione volta a consolidare quanto in materia è già previsto dal CCNL e a consentire il confronto, ai vari livelli, attraverso la definizione di un sistema di relazioni sindacali teso a governare i processi di riorganizzazione aziendale, di decentramento e di sviluppo della Società;

    Tutto ciò premesso, al fine di realizzare gli obiettivi sopra richiamati, si richiede di concretizzare il negoziato sulle seguenti materie:

    1) SISTEMA DI RELAZIONI SINDACALI

    Si richiede di attivare un modello di “Relazioni Sindacali” con la definizione di norme e procedure come qui di seguito specificate:

    - RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO NAZIONALE

    a) Diritti di informazione – materie di confronto.

    Annualmente di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura dei bilanci, la direzione dell’Azienda, le OO.SS. nazionali e il coordinamento nazionale delle R.S.U./R.S.A. si incontreranno al fine di effettuare un esame congiunto sulle tematiche previste dal CCNL.

    Nel corso di tale incontro o anche al di fuori della scadenza sopra indicata, l’azienda fornirà ulteriori informazioni preventive su:

    ·situazione sulla rete commerciale ed eventuali programmi di terziarizzazione;
    ·investimenti per nuove presenze, acquisizione e/o diversificazione sul mercato;
    ·investimenti per innovazioni tecnologiche;
    ·interventi di modifica dell’assetto societario della azienda e/o della sua possibile cessione da parte del “Gruppo ENI-AGIP”
    ·livelli occupazionali, disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego, professionalità, nuove professionalità;
    ·interventi di modifica sull’organizzazione del lavoro, ivi compreso l’orario di lavoro di natura nazionale;
    ·politica commerciale, dei prezzi, degli approvvigionamenti;
    ·politica retributiva;
    ·formazione;
    ·obiettivi di budget e/o fatturato.

    Inoltre sono da prevedersi informazioni sulle politiche aziendali a livello internazionale ed in particolare a livello dell’Unione Europea, anche in relazione della costituzione dei CAI;

    ed informazioni consuntive su:
    ·livelli di fatturato;
    ·indici di mercato;
    ·bilanci annuali e/o situazioni parziali aggiornate;
    ·risultati formazione svolta;
    ·orari di lavoro, straordinari, lavoro supplementare.

    b) Modulistica informativa.

    In coerenza con quanto previsto al precedente punto a), si richiede la compilazione, da parte aziendale, di schede informative per ogni singola unità produttiva, quale strumento per la verifica del risultato consuntivo dell’anno di attività.

    Al riguardo si richiede di predisporre un fac-simile di “scheda” da allegare all’accordo.
    2) RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO DECENTRATO

    Sulla base di quanto dichiarato in premessa ed in rapporto alla presenza ATRIPLEX ed al suo possibile sviluppo sul territorio nazionale, si richiede di concordare la finalizzazione dei ruoli e dei compiti delle strutture sindacali decentrate, così come sotto riportati alla lettera a)
    Al riguardo, tenuto conto che la struttura organizzativa della Atrplex è, allo stato, suddivisa sul territorio nazionale in Aree Commerciali, si richiede che le rappresentanze sindacali siano una per ogni Area, più una per gli uffici di Sede;
    Per la loro costituzione e la loro composizione valgono norme e le modalità definite nel “Protocollo Aggiuntivo in tema di Funzionamento delle Relazioni Sindacali”, allegato alla presente “Piattaforma”;

    a) Ruoli e compiti del livello di area

    A questo livello vanno demandati i compiti connessi alla gestione derivante dall’informazione a livello nazionale
    A questo livello, inoltre, su richiesta di una delle due parti, le stesse, si incontreranno per affrontare e definire materie e problemi relativi a:

    ·confronto sull’organizzazione del lavoro;
    ·distribuzione orario di lavoro, turni e nastri orari, utilizzo degli impianti anche con riferimento agli organici, ai carichi di lavoro, alla flessibilità;
    ·verifica e controllo degli orari concordati;
    ·trasferimenti;
    ·verifica e confronto per l’applicazione dell’inquadramento professionale;
    ·controllo delle norme relative alla tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori, anche in riferimento all’ambiente e sicurezza (legge 626/94);
    ·appalti;
    ·quanto delegato all’accordo nazionale.

    In occasione di tali incontri o in date diverse da concordare, le parti potranno affrontare e definire problematiche non demandate e/o definite a livello nazionale.
    Le parti confermano che il sopracitato sistema di relazioni sindacali a livello decentrato è orientato a privilegiare il confronto, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi.
    Pertanto, in caso di comportamenti non coerenti con tale metodo di confronti, le parti si impegnano ad incontrarsi a livello nazionale per ricercare e congiuntamente concordare le soluzioni più idonee.
    3) FUNZIONAMENTO DELLE RELAZIONI SINDACALI

    Per l’attivazione e la pratica gestione di quanto derivante dal modello di “Relazioni Sindacali” così come definito ai precedenti articoli, si richiede di istituire idonei strumenti, idonee modalità di utilizzo dei permessi sindacali e idonee modalità per la comunicazione delle informazioni, che permettano, a tutti i livelli, un più razionale ed efficace funzionamento delle relazioni sindacali stesse.
    Al riguardo, in coerenza con le finalità sopra richiamate e non in antitesi con quanto in materia è regolato dalle specifiche norme di legge e contrattuali, le partii convengono di disciplinare i sotto riportati “strumenti” con le modalità così come definite nel “Protocollo Aggiuntivo” .

    A) Strumenti

    A1) Coordinamento Nazionale delle R.S.U./R.S.A.

    In coerenza con quanto richiamato all’art. 1) viene costituito un Coordinamento Nazionale delle R.S.U. / R.S.A. composto da un delegato per ogni Area Commerciale più uno degli uffici di Sede Centrale;
    Tali componenti saranno designati dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo di secondo livello ed i loro nominativi saranno comunicati alla Direzione Atrplex entro 30 giorni daslla ratifica dello stesso.

    A2) Gruppo di lavoro per le pari opportunità

    Le parti convengono sulla opportunità di realizzare, in attuazione della Legge 125791 in tema di parità uomo donna, interventi che favoriscano pari opportunità di lavoro.
    A tal fine viene costituito il Gruppo di lavoro per le “Pari Opportunità” composto da ……….membri, di cui ……..designati dalla Atriplex e ……..designati dalle OO.SS.
    Il Gruppo di lavoro costituisce lo strumento che ha il compito di:

    ·Studiare la legislazione vigente e le esperienze in materia a livello Nazionale e Comunitario;
    ·Formulare e seguire i progetti di azioni positive volti a garantire la rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono il raggiungimento delle pari opportunità uomo/donna sul lavoro. In questo senso il Gruppo, utilizzando gli strumenti previsti dalla Legge 125/91 si attiverà per seguire anche l’iter dei progetti stessi sia nella fase di ammissione ai finanziamenti previsti dalla Legge sopra richiamata sia nell’attuazione degli stessi;
    Il Gruppo di Lavoro, annualmente, riferirà sull’attività svolta alle parti stipulanti il Contratto Nazionale di secondo livello.

    A3) Commissione Paritetica Ambiente e Sicurezza

    Con riferimento alla Legge 626/94, si richiede di concordare sull’opportunità di costituire una Commissione Paritetica la quale, anche sulla base di quanto definito in materia tra OO.SS. di categoria e Confcommercio, individuerà le condizioni possibili per definire un accordo specifico da valere per Atriplex.
    Nel contempo si procederà alla elezione dei R.L.S. così come disposto dalla Legge sopra richiamata e secondo le vigenti modalità.

    .

    4) PARTE NORMATIVA

    Nell’ambito della stipula del contratto aziendale di secondo livello “Atriplex” si richiede di affrontare e definire le seguenti materie:

    1)Trattamento Malattia

    2)Assistenza Sanitaria Integrativa

    3)Previdenza Integrativa

    4)Buoni Pasto

    5) PARTE ECONOMICA

    In coerenza con il modello sistema delle “Relazioni Sindacali” di cui alla presente piattaforma si richiede la definizione di quote salariali derivanti dall’incremento verificabile di redditività e produttività aziendale e/o ad obbiettivi da concordare nonché quelli afferenti i lavori che comportino particolare disagio.
    Al riguardo si richiede un incontro, da effettuarsi prima dell’avvio del confronto per l’accordo aziendale, finalizzato ad acquisire una serie di dati organizzativi, di bilancio e di trattamenti economici in atto che permettano di operare sul versante del “consolidamento” e di valutare al meglio tutti i possibili parametri ed indicatori con i quali misurare gli incrementi e/o gli obbiettivi sopra richiamati.
    .
    Protocollo aggiuntivo all’Ipotesi di piattaforma per la stipula del contratto aziendale nazionale ATRIPLEX ( Contrattazione di II° Livello ) In tema di:
    “Funzionamento delle “Relazioni Sindacali”

    ·Valutato quanto in materia è disciplinato dalle norme di Legge, dal CCNL e dal presente accordo aziendale in tema di rappresentanza e di funzionamento delle relazioni sindacali.
    ·Visto quanto in materia di rappresentanza e rappresentatività è allo stato all’esame del Parlamento Italiano.
    ·Presa visione del montante delle ore di permesso retribuito, disponibili per l’esercizio dell’attività sindacale ed usufruibili sia dai lavoratori che dai loro rappresentanti eletti e/o nominati in forza delle norme di Legge e con le procedure contrattuali vigenti.
    ·Considerato quanto convenuto tra le OO.SS. firmatarie del presente accordo, in tema di regole per la elezione delle RSU, nonché per il funzionamento delle attività sindacali di cui al “Protocollo di Accordo 17/12/1993” e successive modifiche del Maggio 1994”,
    Fermo restando quanto vigente in materia di costituzione e di funzionamento delle RSA, si richiede:

    A) Le RSU/RSA potranno essere costituite a livello di “Area Commerciale”, più una RSU/RSA a livello di “Uffici di Sede” così come richiamato all’art. 2 della Ipotesi di piattaforma.

    B)Il diritto a promuovere la costituzione delle RSU/RSA è di spettanza delle OO.SS. competenti per territorio e firmatarie del contratto aziendale di II° livello;

    C)Le modalità di elezioni delle RSU/RSA saranno quelle previste al “Protocollo di Accordo 17/12/93” e successive modifiche del Maggio 1994;

    D)La RSU/RSA di Area Commerciale sarà composta da un numero di rappresentanti pari e non superiore al numero delle Unità Produttive che la compongono;

    E)La RSU/RSA di Uffici di Sede sarà composta da ……… rappresentanti;

    F)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento dell’attività sindacale delle RSU/RSA costituite a livello di Area Commerciale e/o a livello di Uffici di Sede vengono rese disponibili 3 ore annue retribuite per ogni lavoratore dipendente di tutte le unità produttive presenti per ogni “Area Commerciale” e/o di “Uffici di Sede”

    G)A partire dal 1 Gennaio 2000,per l’espletamento delle assemblee sindacali nelle “Unità Produttive” e/o negli “Uffici di Sede” vengono rese disponibili 12 ore retribuite annue per ogni dipendente.

    H)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento delle assemblee a livello di “Area Commerciale”, vengono rese disponibili ….. ore retribuite annue per ciascun dipendente di ogni “Unità Produttiva” facente parte della stessa Area. ( Apposito prospetto da predisporre )

    I)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Coordinamento Nazionale delle RSU/RSA”, così come previsti all’art. 2) lettera A1) della “Piattaforma”, vengono rese disponibili … ore retribuite annue, pari e rispettive a … ore annue per ognuno dei delegati costituenti il “Coordinamento Nazionale”.
    Al riguardo, le parti si danno comunque atto che il monte ore complessivo annuo, così come sopra definito, non potrà superare le….. ore nell’arco di durata dell’Accordo Aziendale Nazionale ATRIPLEX
    Ai fini della titolarità di richiesta delle ore di permesso di cui sopra questa è di spettanza delle OO.SS. Nazionali.

    L)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Gruppo di lavoro per le pari opportunità”, così come previsti all’art. 2 lettera A2) della “Piattaforma”, vengono rese disponibili …. ore retribuite annue, pari e rispettive a … ore annue per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS. costituenti il “Gruppo”.

    M)A partire dal 1 Gennaio 2000, per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati alla Commissione Paritetica Ambiente e Sicurezza così come previsto all’art.2 lettera A3) della “Piattaforma” vengono rese disponibili ………ore retribuite annue, pari e rispettive a….ore annue per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS. costituenti la “Commissione”

    DICHIARAZIONE CONGIUNTA

    Allo scopo di facilitare l’attività dei componenti gli “strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) e A3) dell’art. 2 della “Piattaforma” si richiede la seguente Dichiarazione Congiunta:

    La Società ATRPLEX. per lo svolgimento dei lavori dei componenti gli “strumenti” di cui sopra, permetterà di utilizzare presso la propria Sede Nazionale sita in Roma Via …………………………., una apposita sala riunioni fornita di idonea attrezzatura informatica.
    La Società ATRIPLEX., inoltre, in occasione delle riunioni formalmente convocate per le rispettive attività sopra richiamate, sosterrà a suo completo carico, previa presentazione di ricevute di spesa e comunque fino ad un massimo di lire……………per ogni giornata di attività, le spese di viaggio sostenute complessivamente dai componenti gli “strumenti” di cui sopra.

    Le parti allo scopo di favorire la comunicazione delle informazioni alle e tra le strutture sindacali, ai vari livelli coinvolti nella pratica gestione del’ ”Accordo Aziendale Nazionale”, concordano di mettere a disposizione l’utilizzo dei rispettivi e corrispondenti “FAX” e/o “Caselle di Posta Elettronica” così come, ad oggi, risultanti dallo specifico elenco, il cui aggiornamento dovrà essere tempestivamente comunicato dalle strutture interessate.

    In tale ambito, le parti valuteranno la possibilità di realizzare e rendere disponibile una sezione sindacale specifica all’interno del sito intranet aziendale,

    Le parti nel considerare sperimentale il complesso delle modalità di cui al presente “Protocollo” concordano sull’opportunità di attivare specifiche verifiche annuali sia per valutare il funzionamento del modello delle “Relazioni Sindacali” che per esaminare, in tale ambito, l’utilizzo del monte ore retribuito disponibile.