Category Archives: APCOA-PARKING-ITALIA

Roma, 27 ottobre 2016

Testo Unitario

are/i compagne/i,

in data 26/10/2016 si è tenuto a Milano il previsto incontro con la società Apcoa Parking Italia Spa al fine di iniziare un percorso virtuoso che porti alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale, dopo la sospensione del tavolo da parte dell’impresa avvenuta ormai più di un anno fa.

Con la società e con le RSA presenti abbiamo affrontato i primi due temi: concordare un sistema di relazioni sindacali distinto su due livelli nazionale e territoriale, ed approfondire le questioni relative alla sicurezza sul lavoro, anche attraverso un sistema organizzato di rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza che sia punto di riferimento per l’impresa e per i lavoratori.

L’azienda ha colto favorevolmente il tavolo e le argomentazioni poste e si è impegnata ad inviarci una prima bozza di testo sull’argomento, che unitamente alle altre poste in gioco, non ultimo welfare e il salario variabile, saranno oggetto delle discussioni future.

Proseguiremo la trattativa, sempre unitamente alle rappresentanze sindacali e ai territori interessati, il giorno 23 novembre 2016 alle ore 11.30 presso la Fisascat Cisl Nazionale, Via dei Mille, 56 – sala 4^ piano.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria

Roma, 30 settembre 2016

Testo Unitario

In data 28 settembre 2016 si è tenuto il previsto incontro con la società Apcoa Parking Italia Spa, società con sede legale a Mantova e che occupa circa 200 lavoratori che gestiscono parcheggi in tutta Italia.
L’incontro è servito per concordare un Accordo Quadro per l’installazione e l’utilizzo di impianti di videosorveglianza in tutte le unità produttive dell’azienda.
L’accordo sottoscritto richiama in modo chiaro l’articolo 4 della Legge 300/70, escludendo ogni controllo sui lavoratori e le immagini registrate non potranno in alcun modo rappresentare materia di contestazione disciplinare, salvo il caso di azioni giudiziarie.
L’accordo quadro specifica chiaramente gli ambiti di azione del datore di lavoro e le garanzie per i lavoratori e per i dati che vengono catturati dalle telecamere e registrati su supporti non accessibili salvo nel caso di atti criminosi e a seguito di formale denuncia alle autorità competenti, garantendo l’informazione e la visione alle RSA/RSU, ovvero, se non presenti, alle OO.SS. qualora richiesto.
A livello territoriale dovranno a questo punto essere sottoscritti i relativi verbali di accordo con i dettagli tecnici e la relativa indicazione del collocamento, del numero e della tipologia di apparecchiature usate. Gli accordi dovranno, a pena di nullità, essere sottoscritti o dalle RSA/RSU dove presenti, o dalle OO.SS. territorialmente competenti.
A questo proposito i territori interessati saranno contattati dall’azienda o dal consulente al fine di un incontro per la sottoscrizione dei verbali di accordo. Nel caso vengano riscontrate difficoltà nell’applicazione dell’accordo quadro o negli incontri territoriali le parti potranno attivarsi a livello nazionale per la soluzione delle problematicità.
Infine, vi informiamo che abbiamo programmato un nuovo incontro per il 26 ottobre 2016 alle ore 10,30, a Milano, in Corso di Porta Vittoria 43, presso la Camera del Lavoro, con la finalità di avviare un confronto partendo dalla regolamentazione delle relazioni sindacali.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria

Roma, 25 luglio 2016

il 21 luglio scorso si è tenuto il programmato incontro con la società Apcoa Parking Italia S.p.A., finalizzato ad iniziare il confronto rispetto al tema istallazione di apparati di video sorveglianza nei circa 50 parcheggi presenti nel territorio nazionale in cui opera l’azienda.

Tale incontro è da considerarsi un punto di inizio di confronto per capire se sussistono le condizioni per arrivare ad un Accordo Quadro Nazionale che rappresenti la linea guida generale da approfondire con le RSA e le OO.SS. territoriali di competenza.

Durante l’incontro come Organizzazioni Sindacali abbiamo sollevato e affrontato il tema delle relazioni sindacali contestualizzandola alla discussione avviata oltre un anno fa per la costruzione di un contratto di secondo livello.

Abbiamo concluso l’incontro con la sottoscrizione di un verbale di riunione, che troverete in allegato, dandoci appuntamento al 19 settembre p.v. alle ore 15 a Roma, in Via dei Mille,56 presso la Fisascat Nazionale.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria

Roma, 16 luglio 2015

Il 30 giugno u.s. si è tenuto a Roma, in via dei Mille 56, l’incontro tra Filcams Cgil Fisascat Cisl e Uiltucs e Apcoa Parking Italia spa, incontro che aveva l’obiettivo di definire il primo integrativo valido per tutta l’azienda.

Premesso che una prima riunione è stata disdettata all’ultimo minuto dall’azienda solo perché le organizzazioni sindacali non avevano trasmesso per scritto tutte le loro proposte, cosa alquanto anomala, in quanto incontrarsi sarebbe comunque servito a meglio precisare le rispettive posizioni, la vera sorpresa la si è avuta nell’incontro del 30 giugno, a fronte delle nostre proposte. Apcoa si è guardata bene dall’iniziare una qualsiasi trattativa, annunziando che, a seguito dell’ingresso dei nuovi proprietari (un fondo americano), avevano chiesto alle risorse umane di trattare con le OO.SS. un abbattimento del costo del lavoro di circa 300 mila euro.

La piattaforma da noi inviata, relativamente alla formazione ed al resto delle richieste sommava a circa 100 mila euro. L’azienda a questo punto ci ha comunicato ufficialmente che quella cifra non era nella loro disponibilità.

Le richieste che – secondo Apcoa – facevano saltare i conti erano, soprattutto:

Per questo motivo la trattativa è stata interrotta. Le organizzazioni sindacali hanno comunque replicato che:

Apcoa non ha escluso questa ultima possibilità, per cui le parti si sono impegnate a rivedersi dopo le ferie per concordare un testo che definisca le regole dei rapporti tra le parti, sia a livello nazionale che territoriale. Vi terremo informati sull’evolversi della situazione.

Testo Unitario

Lo scorso 2 Aprile, si è svolto l’incontro in oggetto inerente la richiesta di applicazione della “Banca delle ore” di cui al CCNL del Terziario.

APCOA, nel sottolineare che pur in presenza di una situazione critica del settore, non ha attivato alcuna procedura di riduzione del personale, ha dichiarato che il costo del lavoro grava pesantemente sulla redditività aziendale.

Lo straordinario incide infatti in maniera rilevante, (per 10.500 ore nel 2014, e se ne prevedono altrettante nel 2015) in ragione dalla specificità dei servizi e della relativa organizzazione del lavoro.

Tali ore di straordinario per l’80% sarebbero utilizzati nella gestione dei parcheggi cittadini e di struttura ed il restante 20% nella sede amministrativa di Mantova.

APCOA ha inoltre ha dichiarato che, a fronte di un’analisi dello storico, i picchi di lavoro nei parcheggi di struttura e cittadini, che determinano le ore di straordinario sono concentrati in occasione delle festività più importanti nei mesi di gennaio, marzo, aprile, novembre e dicembre.

Per ciò che concerne la sede, risulta che l’utilizzo dello straordinario avviene in maniera costante, ogni prima settimana del mese per la necessaria chiusura delle attività di reportistica.

Le Strutture Nazionali, unitamente alle strutture territoriali presenti hanno dichiarato la disponibilità a valutare un percorso condiviso all’interno di un possibile protocollo di relazioni sindacali.

Inoltre, nel prendere atto di quanto dichiarato da APCOA Parking, hanno evidenziato che una valutazione di merito necessita di un quadro dettagliato riferito alla platea dei lavoratori ed alle loro caratteristiche contrattuali (Full-Time e Part-Time distribuiti per sedi di lavoro) nonché di un approfondito esame dei contratti di servizio in essere con relative scadenze temporali .

Il confronto è stato aggiornato al prossimo
6 maggio 2015 a partire dalle ore 10,30 in Roma, presso la sede della FISASCAT di via dei Mille, 56

In vista di tale appuntamento, vi chiediamo di voler provvedere allo svolgimento delle assemblee consultive dei lavoratori interessati e di comunicare i relativi esiti e / o segnalare problematiche.