Catania. Lo sciopero alla Rinascente

04/04/2002



03 aprile 2002
CRONACA_CATANIA
Pagina 14




Lo sciopero alla Rinascente


«Lo sciopero dei lavoratori del Gruppo Rinascente è riuscito e il sindacato unitario è più che soddisfatto dell’adesione dei lavoratori alla protesta».
Lo hanno dichiarato Luisa Albanella, segretario della Filcams Cgil, Toni Fiorenza segretario di Fisascat Cisl e Agata Castiglione segretario della Uiltucs Uil anche in risposta alle comunicazioni ufficiali del Gruppo Rinascente che avevano sottovalutato la realtà dei fatti, fornendo una lettura delle adesioni alla protesta decisamente «addolcita». Secondo il sindacato all’«Auchan» di Misterbianco l’adesione è salita all’85%, alla Rinascente di Catania almeno il 70% e all’Upim di via D’Annunzio l’adesione è salita addirittura al 95%. I motivi dello sciopero dello scorso 29 marzo sono noti a tutti: turni domenicali non pagati adeguatamente, «mano libera» sul part time e tempo determinato, trattamento di malattia mal retribuito, proposte di salario inaccettabili. «Ora va ripreso il confronto negoziale -concludono i sindacati – l’Azienda rifletta sui propri comportamenti».