Cassiere di giorno, drag queen di notte ma era in malattia e l´azienda lo licenzia

12/01/2010

TERAMO – Licenziato per essersi esibito come drag queen in un locale notturno, mentre era in malattia. Licenziato per «inadempimenti gravi di etica morale» (scrive l´azienda al dipendente nella lettera di congedo) e per aver danneggiato, con i suoi comportamenti, l´immagine della società.
Sono questi i motivi per cui Giuseppe S., 34 anni (in arte Lady Limoncella) ha perso il lavoro di commesso all´interno di un punto vendita di una catena di distribuzione. Tutta colpa di una festa in discoteca, al Phoenix di Pescara, evento poi finito su un sito Internet con tanto di fotografie. «Lei il 14 novembre scorso si è esibito – si legge ancora nella lettera di licenziamento -in uno spettacolo di canto e danza che la vedevano in perfetta forma fisica…». Ora, la vicenda è destinata a finire sul tavolo del giudice del lavoro. Giuseppe S., infatti, si è rivolto ad un legale per ottenere il reintegro