Caspur – Cilea – Cineca – Esito incontro 10/04/2013

Roma, 12 aprile 2013

Mercoledì scorso si è tenuta la prima videoconferenza sulla fusione dei consorzi Caspur e Cilea in Cineca che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di tutte le strutture territoriali e nazionali della Filcams Cgil e della Flc Cgil e delle RSU elette su liste Cgil dei tre consorzi.

Dopo un sommario riassunto della situazione ed un primo giro di interventi dei partecipanti, si è convenuto sulla necessità di coordinare sin da subito le attività dei diversi soggetti rappresentativi di area Cgil all’interno e tra le strutture interessate, con il duplice obiettivo di garantire ai lavoratori di Caspur e Cilea le migliori e più equilibrate condizioni di confluenza e di consolidare la presenza ed il ruolo preponderante della Cgil anche all’interno del nuovo Cineca.

A valle della discussione, ogni struttura dichiarato la propria disponibilità a partecipare attivamente alle diverse fasi del processo di fusione – che come noto dovrebbe completarsi il prossimo primo di luglio -garantendo la presenza a tutti i prossimi incontri tecnici e negoziali programmati.

Allo scopo, rammentiamo che le due commissioni tecniche, già costituite per l’approfondimento dell’armonizzazione degli istituti contrattuali e delle parti economiche, si riuniranno per il Cilea il 12 aprile e per il Caspur il 22 aprile p.v.. Il prossimo incontro di esame congiunto è stato fissato a Bologna ed in videoconferenza da Milano e Roma per il giorno venerdì 19 aprile alle ore 15.

Oltre alle due commissioni tecniche già costituite – che come è noto hanno il compito di analizzare i diversi istituti contrattuali del personale e di perfezionare, qualora ne esistessero le condizioni, un’ipotesi operativa di armonizzazione da inoltrare al tavolo negoziale – nel corso della discussione è stata proposta una terza commissione che dovrebbe occuparsi di analizzare gli aspetti legati al nuovo assetto organizzativo del c.d. Cineca 2, in particolare per quanto riguarda il nuovo modello di organizzazione del lavoro da adottare a seguito della ridefinizione degli uffici, delle competenze, delle linee produttive e delle sedi operative. La commissione potrebbe essere formata da un rappresentante Rsu di area Cgil per consorzio e da un rappresentante Filcams e uno Flc (5 compagne/i in tutto). Purtroppo per assenza di tempo la proposta di questa terza commissione non è stata adeguatamente discussa, ci riserviamo dunque di raccogliere i vostri pareri e le vostre eventuali disponibilità prima di procedere alla eventuale costituzione che, visti i tempi stretti, dovrebbe avvenire quanto prima.

Per rendere più proficuo il lavoro di ognuno, vi informiamo che in queste ore è stata aggiornata la cartella remota Dropbox con tutta la documentazione relativa al processo di fusione. Ognuno può accedere all’archivio e scaricarne il contenuto al seguente indirizzo:

https://www.dropbox.com/sh/kzbw2oo3t6tmhcp/InTSEoTQUt

A breve verranno anche indicate le coordinate della mailing list in allestimento che comprenderà i delegati Filcams, Flc e le Rsu elette su liste Cgil di Bologna, Milano e Roma. L’utilizzo della mailing list consentirà, oltre a semplificare la comunicazione tra gli interessati, a condividere tempestivamente la documentazione e le informazioni che, come sappiamo, a volte giungono con molto ritardo ed altre volte addirittura non giungono proprio (è il caso ad esempio del “Progetto di fusione” deliberato dal CdA del Cineca i 5 aprile e reso noto nell’incontro del 10 che, ad oggi, non è ancora stato inviato a tutti gli interessati).

Il prossimo nostro incontro in videoconferenza (gestita come nella prima occasione con il sistema Filcams) tra le strutture territoriali e nazionali di Filcams e di Flc è stato fissato per mercoledì 8 maggio ore 15. Si resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

p. la Filcams Nazionale p. la FLC Nazionale

Giuliana Mesina Emilio Favero