Caserta. New Star: è muro contro muro

30/03/2006
    mercoled� 29 marzo 2006

      GRICIGNANO.
      LA VERTENZA ALLA BASE US NAVY

        La New Star non cede: fuori 22 operai
        con i sindacati � muro contro muro

          ENRICA MANGIACAPRE

            Gricignano. Peggio di cos� non poteva andare. Si � concluso con una rottura netta il vertice di ieri pomeriggio in prefettura sulla vertenza delle ditte di pulizia, che operano nell’insediamento Us Navy di Gricignano. All’incontro hanno partecipato i sindacati di categoria, una delegazione degli operai e il legale rappresentante della ditta New Star. Per conto della Prefettura era presente la funzionaria Macchiarella.

            Il nodo da sciogliere era il passaggio di consegna tra la Omnia Cleaning (con cui lavoravano 22 operai) e la New Star, che si � aggiudicata la gara d’appalto. Il rappresentante della New Star ha bocciato la proposta delle organizzazioni sindacali di assorbire part-time i 22 operai della Omnia Cleaning. I vertici aziendali hanno anche fatto presente che gli ufficiali dell’Us Navy avrebbero posto il veto al ritorno nell’insediamento di Gricignano dei lavoratori della Omnia Cleaning per le numerose proteste davanti all’insediamento. Un veto che la Filcams-Cgil ha cercato di superare proponendo il trasferimento a Gricignano delle unit� impegnate nella pulizia della base Nato a Bagnoli, smistando gli operai di Gricignano a Bagnoli. Ma neanche questa soluzione � stata accettata dalla New Star.

            La ditta ha proposto, invece, l’assunzione immediata di una sola unit� e di altri otto lavoratori nel giro di qualche tempo, senza fissare date certe.

            Proposta definita �inaccettabile� da Matteo Tozzi della Filcams: �Ci sentiamo presi in giro dalla ditta. Abbiamo cercato di andare incontro alle loro esigenze, ma alla fine ci siamo resi conto che non c’era la volont� di assorbire tutte le unit� impegnate nell’insediamento dell’Us Navy di Gricignano d’Aversa�. Al termine della riunione si � tenuto un incontro nella sede della Cgil di Caserta per stilare un calendario di lotte in difesa del posto di lavoro dei 22 operai della Omnia Cleaning.