CARREFOUR: UNA BROCHURE INFORMATIVA SOSTITUISCE IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

30/09/2009

29 settembre 2009

Una brochure informativa sostituisce il Contratto integrativo Aziendale
Indetto lo sciopero da Cgil, Cisl e Uil per sabato 3 ottobre

Un brochure, un libretto di 13 pagine che viene distribuito a tutti i dipendenti; Carrefour Italia, sostituisce così, il Contratto Integrativo Aziendale con un pacchetto di misure che dai primi di ottobre sarà l’unica tutela dei dipendenti Carrefour.
Le integrazioni in caso di malattie, le pause di lavoro retribuite o il premio aziendale, sono solo alcuni dei diritti che vengo cancellati, diritti conquistati da sindacati e lavoratori dopo anni di contrattazione di secondo livello.

“Una decisione unilaterale, senza nessun coinvolgimento dei sindacati” dichiarano le segreterie nazionale di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, “che fa pagare ai lavoratori il costo di una crisi derivante anche da errori di gestione e investimenti fatti in questi anni da Carrefour in Italia. Si apre, così, una stagione nuova, molto pericolosa per il modo di fare impresa in questo settore.”

Questa multinazionale negli anni passati ha investito sul territorio italiano utilizzando anche i contributi ed i finanziamenti elargiti per favorire l’occupazione, e che ora ha deciso di vendere molti ipermercati, soprattutto al sud, aprendo procedure di mobilità in varie regioni.

Per questo le Segreterie Nazionali, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, hanno proclamato lo sciopero a livello nazionale per l’intera giornata di lavoro di sabato 3 Ottobre 2009 (per coloro che lavorano su cinque giorni lo sciopero è proclamato per la giornata di venerdì 2 Ottobre).

Continua quindi la mobilitazione dei lavoratori, iniziata già a luglio scorso con una prima giornata di sciopero che in tanti punti vendita di Carrefour Italia, aveva messo in crisi l’azienda, costretta ad utilizzare personale interinale o responsabili del personale alle casse o ai magazzini. Tanti i presidi e le manifestazioni che i lavoratori stanno organizzando in ogni punto vendita d’Italia, stanchi di un atteggiamento aziendale intenzionato solo a salvaguardare la società senza tener conto delle loro esigenze.

Per Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil questa è una vertenza che ha assunto un significato rilevante per le lavoratrici ed i lavoratori di Carrefour e per tutto il settore della distribuzione organizzata, soprattutto per contrastare un atteggiamento che di molte aziende.

FILCAMS CGIL
FISASCAT CISL
UILTUCS UIL