CARREFOUR – GS -VERBALE 12-9-’00 -PIANO DI PARTECIPAZIONE AZIONARIA

VERBALE DI INCONTRO

Il 12 settembre 2000, a Roma, nell’ambito del sistema di relazioni e di informative sindacali previste dal contratto integrativo del 7 settembre 1997, si sono incontrati SSC S.r.l. e controllate e GS S.p.A. e controllate rappresentate da G. Caruso, R. Masi, E. Lajolo, G. Mancini, F. Manzuoli, V. Nigro, A. Rezzoagli, P. Tomas e C. Accetta, e le Segreterie Nazionali Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL rappresentate rispettivamente da C. Romeo, P. Raineri e G. Rodilosso, assistite dalle Strutture Territoriali competenti e dalle RSU.

-Nel corso dell’incontro è stato dettagliatamente illustrato il Piano di partecipazione azionaria che Carrefour proporrà, a partire dal prossimo 1° ottobre, ai propri collaboratori di tutto il mondo.

Hanno diritto a partecipare al Piano tutti i lavoratori a libro matricola al 1° ottobre 2000, inclusi i contratti a termine, i C.F.L., gli apprendisti e i collaboratori in aspettativa.

Secondo quanto dichiarato dall’Azienda il Piano prevede che i collaboratori interessati possano sottoscrivere azioni della consociata Carrefour Lux, che promuove l’offerta essendo stata specificamente costituita per l’operazione, per un importo massimo pari al 2,5% della propria retribuzione annua complessiva lorda riferita all’anno 2000. Il capitale così raccolto, integrato da un finanziamento – erogato da BNP – Paribas, pari a nove volte il valore complessivo della sottoscrizione, produrrà l’acquisto, da parte di Carrefour Lux, di azioni Carrefour di nuova emissione a fronte di un aumento di capitale appositamente deliberato a favore dei dipendenti.

Per l’effetto ditale operazione, ogni dipendente sottoscrittore potrà:

    -partecipare al progetto con un valore massimo pari al 25% della propria retribuzione annua lorda complessiva riferita all’anno 2000;
    -avere diritto, al termine del periodo di maturazione di cinque anni, alla garanzia di restituzione del capitale personale investito più una quota del 50% dell’incremento di valore delle azioni Carrefour riferito all’intero capitale sottoscritto.

I dividendi delle azioni Carrefour e la rimanente parte dell’incremento di valore delle azioni, saranno percepiti dall’Istituto finanziatore del progetto.

In caso di uscita dal Gruppo, per qualsiasi ragione, prima del febbraio 2006, il dipendente conserverà il diritto di recuperare il proprio investimento iniziale e gli eventuali guadagni realizzati, calcolati alla data di cessazione del rapporto di lavoro. In caso di cessazione del rapporto di lavoro prima del 10 gennaio 2002 il dipendente conserverà il diritto a ricevere, nel gennaio 2002, l’investimento iniziale e l’eventuale guadagno, calcolato in base al prezzo dell’azione Carrefour alla data di cessazione, secondo i criteri suddetti.

Esaminato il progetto le Parti, su esplicita richiesta delle OO.SS., convengono che i lavoratori che lo desiderano potranno attingere, al fine di poter partecipare nella più ampia e soddisfacente misura possibile al Piano di partecipazione azionaria, a quote già maturate del proprio trattamento di fine rapporto al 31 agosto 2000. Ciò in deroga ed in aggiunta a quanto stabilito dalle leggi e ad ogni altro possibile utilizzo contrattuale.

Di conseguenza i lavoratori che vorranno sottoscrivere il Piano Carrefour potranno fruire di due forme diverse e alternative di finanziamento:

    1.trattenute dalla retribuzione corrente, in sei mensilità, a partire dal mese di novembre
      2000;

    2.t.f.r. maturato al 31 agosto 2000.

Il periodo di sottoscrizione si estenderà dal 1° al 18 ottobre 2000.

L’azienda provvederà alle necessarie iniziative di informazione e comunicazione al personale non appena saranno completati gli adempimenti previsti dalla normativa in vigore nei confronti dell’Autorità Garante.

Letto, confermato e sottoscritto.

SSC S.r.l.Filcams CGIL
Fisascat CISL
Uiltucs UIL