Carrefour – Esito Attivo Nazionale Unitario 11/10/2012

Roma, 16 ottobre 2012

TESTO UNITARIO

Si è svolto giovedì 11 ottobre in Bologna l’attivo nazionale unitario dei delegati e delle strutture di Carrefour Italia per discutere della condizione del Gruppo a seguito della disdetta del CIA comunicata dall’azienda lo scorso settembre.

La discussione ha ripercorso le preoccupanti problematiche che Carrefour incontra da anni in Italia ed in Europa; problematiche che necessitano di risposte adeguate per assicurare stabilità occupazionale e futuro al Gruppo sul territorio nazionale.

E’ un dato condiviso e palese che Carrefour Italia, in un contesto di crisi diffusa che attraversa tutto il sistema distributivo, continua ad essere il Gruppo che registra l’andamento più negativo. Tutte le iniziative, poste in essere negli ultimi anni, non sono state sufficienti a invertire la tendenza!!!

Inadeguate politiche commerciali e incerte strategie di sviluppo generano nuovamente preoccupazione per la prospettiva occupazionale e salariale dei lavoratori della multinazionale. La politica di contenimento dei costi, in quanto strumento più utilizzato dall’azienda negli ultimi anni per contrastare la crisi non ha migliorato i risultati aziendali e di contro ha reso inutile il grande contributo assicurato responsabilmente dai lavoratori tutti.

Il costante ricorso agli ammortizzatori sociali, la continua e contraddittoria riorganizzazione dei punti vendita e la fuga dal sud del paese rappresentano ancora oggi situazioni non risolte. Tali politiche hanno prodotto centinaia di disoccupati, e determinato un generale peggioramento delle condizioni di lavoro e delle retribuzioni.

In questo scenario, Carrefour Italia ha deciso di riaprire una frattura sanata con grandi difficoltà nel febbraio 2011, comunicando la disdetta del Contratto Integrativo Aziendale attualmente in vigore.

Le delegate e i delegati, hanno espresso forte preoccupazione per le prospettive occupazionali e giudicato negativamente la decisione unilaterale dell’azienda di arrivare alla disdetta del CIA. Tale decisione ha come unico obbiettivo quello di ridurre il costo del lavoro impoverendo i salari e le condizioni lavoro dei ventimila dipendenti del Gruppo.

Il coordinamento ha deciso di organizzare una diffusa e articolata mobilitazione per contrastare le decisioni aziendali e avviare rapidamente un confronto di merito con la multinazionale per tutelare il valore del lavoro, le condizioni occupazionali e quelle economiche e normative del Contratto Integrativo aziendale.

A tal fine il coordinamento nazionale FILCAMS, FISASCAT e UILTUCS ha deciso la proclamazione di 12 ORE di SCIOPERO, articolate in 4 ore da gestire a livello territoriale entro il 4 NOVEMBRE 2012 e in ulteriori 8 ore, da programmare nel momento più opportuno a seguito dell’auspicabile avvio del confronto con Carrefour, da parte delle Segreterie Nazionali a sostegno della vertenza sul contratto.

Tali iniziative di mobilitazioni sosterranno le proposte di merito con le quali le Federazioni di categoria unitamente alla rappresentanza sindacale tutta si propongono di avviare celermente la trattativa per rinnovare il contratto integrativo aziendale.

Per quanto sopra riportato e in ragione dei tempi stretti a disposizione, il coordinamento ha dato mandato alle strutture nazionali di FILCAMS FISASCAT e UILTUCS di predisporre il documento con le proposte contrattuali del sindacato. Proposte che, nella riconferma dei contenuti qualificanti del vigente contratto integrativo aziendale, mirino a sviluppare i temi del salario variabile e delle relazioni sindacali nei luoghi di lavoro, della sicurezza e della formazione, dell’organizzazione del lavoro, del lavoro domenicale e della conciliazione dei tempi di vita-lavoro.

Per il sostegno alle richieste delle lavoratrici e dei lavoratori, il documento contrattuale e i temi che caratterizzano la vertenza saranno oggetto di una intensa campagna di informazione, discussione e condivisione nelle assemblee in tutta la rete Carrefour.

Cari saluti

p. la Filcams Cgil Nazionale

M. Grazia Gabrielli

Allegato:

1. Volantino