CARREFOUR: DOMANI LO SCIOPERO DI TUTTI I DIPENDENTI

02/10/2009

2 ottobre 2009

Disdetto unilateralmente il contratto integrativo Aziendale
da ieri, 1 ottobre tutti i dipendenti Carrefour dovranno seguire le indicazioni de “il Piano aziendale per il Collaboratore”

Da ieri primo ottobre 2009 i dipendenti di tutti i punti vendita Carrefour Italia non saranno più tutelati dal Contratto Integrativo Aziendale. Una brochure, un libretto di 13 pagine distribuito nei giorni scorsi, sostituisce anni di contrattazione sindacale. L’azienda introduce con questa manovra, un pacchetto di misure che vanno a sostituire un contratto che già regolava, ed in modo migliorativo, il rapporto di lavoro tra dipendenti e società.
Carrefour, quindi non sta offrendo niente di più ai propri lavoratori, anzi ha tolto loro dei diritti.
Da ieri cambiano alcune regole all’interno di supermercati e ipermercati. Il vademecum aziendale distribuito, “il Piano aziendale per il collaboratore”, prevede, per esempio, che a partire da oggi, la pausa caffè (così definita dall’azienda) non è più compresa nell’orario di lavoro, ma deve essere recuperata. A Carrugate in provincia di Milano, invece, ieri, questa pausa è stata negata a tutti quei lavoratori che non hanno sottoscritto una formale richiesta. Di male in peggio, quindi, non più un diritto, ma una richiesta, un “favore” che l’azienda fa al lavoratore. Situazione, quella di Milano, tra l’altro, già aggravata, pochi giorni fa, dall’apertura di una procedura di mobilità per circa 109 persone.

Le Organizzazioni sindacali sono preoccupate, la situazione è diventata pesante e nei punti vendita si respira aria di tensione. I dipendenti sono ormai stanchi e demoralizzati, soprattutto per la totale mancanza di attenzione verso di loro e il peggioramento delle condizioni di lavoro.
“C’è il rischio” dichiara la Filcams Cgil “che questo modello negativo di relazioni sindacali faccia da apripista nel settore del Commercio, visto che Carrefour è una delle più grandi aziende di distribuzione in Italia”.

Intanto continuano i preparativi in vista dello sciopero del prossimo 3 ottobre indetto dalle segreterie nazionali di categoria di Cgil, Cisl e Uil. Tante le iniziative in tutta Italia.
Mercoledì 30 settembre, a Casalecchio di Reno in provincia di Bologna, è stato organizzato dai sindacati territoriali uno sciopero a sorpresa di due ore, che ha visto la partecipazione di circa l’80% dei lavoratori, tutte le cassiere, gli addetti di magazzino sono usciti dal punto vendita, lasciando solo capireparto e lavoratori interinali.
A Roma, sabato 3 ottobre, in occasione dello sciopero, i lavoratori del gruppo Carrefour di Roma (Ipermercati Carrefour, Supermercati GS, Discount Dì per Dì) effettueranno un sit in di protesta innanzi alla RAI di Viale Mazzini, 14. Prevista inoltre per le ore 10,30 una conferenza stampa.

Con l’occasione la Filcams Cgil e tutti i lavoratori Carrefour esprimono la propria solidarietà a tutti i giornalisti per l’attacco ricevuto dal governo, il 3 ottobre sarà per tutti una giornata di protesta contro chi, in qualsiasi forma, vuole limitare i diritti altrui.