Carrefour di Marcon è stata condannata per comportamento antisindacale

Sabato, 6 Luglio 2002


LAVORO
Aziende condannate per comportamento antisindacale
La Carrefour di Marcon è stata condannata per comportamento antisindacale. In occasione dello sciopero nazionale del 16 marzo scorso la "Società Sviluppo Commerciale srl." ha sostituito i lavoratori in sciopero con altri dipendenti che provenivano da altre unità produttive. La Filcams-Cgil di Venezia, il cui segretario è Giuseppe Sforza, ha denunciato l’azienda al Tribunale di Venezia e ha ottenuto soddisfazione. Il giudice del lavoro, Paola Ferretti, ha infatti dichiarato l’antisindacalità della condotta dell’azienda e le ha ordinato di astenersi dall’utilizzare proprio personale in mansioni inferiori in sostituzione di dipendenti che scioperano. Carrefour aveva sostenuto, tra l’altro, che la sua iniziativa era legittima e che lo aveva fatto per evitare danni ingenti visto che lo sciopero cadeva nel periodo pasquale e l’affluenza della clientela sarebbe stata più forte del solito. Ma il giudice ha respinto tutte le tesi dell’azienda affermando, in particolare, che l’iniziativa diventa comunque un mezzo per contrastare in modo non consentito l’azione sindacale in quanto la richiesta di svolgimento di mansioni diverse ed inferiori a quelle proprie della qualifica può essere lecita solo in situazioni del tutto eccezionali non ravvisabili in ipotesi di sciopero.

http://www.gazzettino.it/VisualizzaArticolo.php3?Codice=1119705&Luogo=Venezia&Data=2002-7-6&Pagina=MESTRE%20MOGLIANO