Carrefour- Billa Rewe – Esito incontro 30/07/2014

Roma, 5 agosto 2014

Il 30 luglio us si è svolto a Milano l’incontro previsto per il trasferimento di 53 punti vendita del Gruppo Rewe/Billa a Carrefour collocati in Lombardia, Liguria, Valle d’Aosta. Come definito con il coordinamento delle strutture e dei delegati che si è tenuto prima dell’incontro, due le questioni dirimenti in discussione: la tutela occupazionale e l’applicazione del Contratto Integrativo Aziendale (ns circolare del 23 luglio us).

Sulla tutela occupazionale, abbiamo posto due necessità relative a :

    -I lavoratori presenti nei 6 punti vendita non rientranti nella procedura art 47 per garantire, anche a loro, la continuità occupazionale data la conferma da parte di Billa/Rewe di non investire più in quei territori;

    -Un impegno a garanzia dell’occupazione presente nei 53 punti vendita una volta effettuata l’acquisizione da parte di Carrefour.

In merito al Contratto Integrativo, posta la vigenza di due Contratti, procedere all’applicazione dei trattamenti, per equiparare i lavoratori di Billa/Rewe ai lavoratori Carrefour, con disponibilità a ragionare di gradualità per alcuni istituti ma con tempistiche certe e comunque entro la vigenza del CIA Carrefour stesso.

Carrefour ha preso atto della nostra impostazione ma, nella prima fase di trattativa ha riproposto, rispetto agli istituti economicamente più rilevanti del CIA (pause – integrazione malattia 4°-20° giorno – maggiorazioni lavoro domenicale e festivo), l’applicazione dopo due anni dall’acquisizione.

Sulle garanzie occupazionali, si è inizialmente dichiarata disponibile, per i lavoratori oggetto dell’acquisizione, a un periodo di tre mesi e per i lavoratori rientranti nei 6 punti vendita esclusi, ha manifestato l’impossibilità a farsi carico della loro posizione poiché l’accordo sull’acquisizione era ormai concluso.

Abbiamo lavorato per ricercare un’intesa rispondente all’impostazione sindacale che avevamo esposto all’azienda raggiungendo il seguente accordo:

Per quanto riguarda la tutela occupazionale, alla data del 15 aprile 2015, le parti si incontreranno per verificare la situazione dei 53 negozi e comprendere se ci sono eventuali problematiche da affrontare.

Detto periodo consente a Carrefour di procedere agli investimenti necessari nei singoli PV e “sfruttare” festività importanti per il mercato (Natale 2014 e Pasqua 2015). Per i lavoratori occupati nei 6 negozi esclusi dalla procedura, è stato inserito il diritto di precedenza per assunzioni a tempo indeterminato nel perimetro commerciale Carrefour. Attualmente, i lavoratori sono ancora dipendenti di Billa/Rewe, e pertanto, le modalità di esercizio e gestione del diritto di precedenza saranno oggetto di un ulteriore incontro concordato per il mese di gennaio 2015. Nel frattempo, la società Billa/Rewe ha dichiarato che continuerà a cercare eventuali manifestazioni di interesse da parte di altre aziende per l’acquisizione di detti punti vendita. In questa fase, sono in corso trattative, per tutta la rete di vendita presente nelle altre regioni.

Contestualmente, alla nostra richiesta di garantire un identico diritto di precedenza con la società Penny Market, di proprietà del Gruppo Rewe, la risposta è stata negativa poiché le due società fanno capo a Divisioni diverse (Austria e Germania) e agiscono in maniera indipendente. Pertanto, il referente di Billa non è in grado di far assumere impegni in tal senso all’altra società.

In merito al CIA, individuando quale punto di riferimento più rilevante il Contratto Carrefour, ne abbiamo concordato l’integrale applicazione – compreso quindi la pausa retribuita – dal passaggio dei lavoratori, inserendo una ridotta gradualità applicativa per due istituti: l’integrazione della malattia (4° – 20° giorno) sarà riconosciuta dal 1 settembre 2015 e la maggiorazione del lavoro domenicale/festivo dal 1 gennaio 2016.

In calce al verbale, trovate la comunicazione di Billa/Rewe sulla proposta di conciliazione ai lavoratori per l’intercorso rapporto di lavoro. Tale argomento, non è stato oggetto di accordo tra le parti poiché abbiamo dichiarato, come OOSS, di non considerare in alcun modo vincolante, ai fini della procedura, proposte transattive. Ciò anche in considerazione dei contenziosi in atto nella società Billa per la non corretta applicazione del CCNL e del CIA.

Pertanto, sarà necessario monitorare se e quali proposte Billa/Rewe formulerà ai lavoratori e verificare il ripristino, da parte di Carrefour, dei corretti inquadramenti (risulta, infatti, diffusa la presenza di lavoratori al 5° livello pur avendo superato un’anzianità di 18 mesi).

Ricordiamo che l’acquisizione è subordinata al parere favorevole dell’Antitrust, che dovrebbe essere ufficializzato nei prossimi giorni ma sul quale, non si prevedono elementi ostativi. Per questo, il passaggio dei 53 negozi avverrà nel periodo 25 agosto- 30 novembre.

p. la Filcams CGIL Nazionale

    M. Grazia Gabrielli/Fabrizio Russo


All. 1 Verbale di accordo 30/07/2014
All. 2 Teste_pdv