Carlson WagonLit, esito incontro 19/01/2016

Roma, 9 Febbraio 2016

Testo unitario

L’incontro con CSW tenutosi lo scorso 19 gennaio è stato utile a tracciare un primo quadro della situazione aziendale, seppur in mancanza di comunicazioni esaustive relativamente ai dati.

I rappresentanti della società hanno illustrato le conseguenze della perdita delle due importanti commesse (FIAT e Finmeccanica) e le iniziative che si stanno mettendo in campo per affrontare il grave calo di fatturato conseguente. Rispetto alla tempistica, è stato chiarito che si prospetta un’uscita definitiva di tutto il Gruppo Finmeccanica entro la primavera, ma che alcune società minori sono già passate al nuovo contratto.

Relativamente all’esigenza di ridurre nell’immediato i costi e affrontare il calo di lavoro, la società conferma l’intento di intervenire, dopo la sede di Torino, anche sulla sede di Bari con un contratto di solidarietà.

Abbiamo chiesto di comprendere le ragioni di questo intervento localizzato e, fermo restando i livelli di competenza, di poter mantenere un confronto costante a livello nazionale sull’impatto complessivo delle scelte aziendale al fine di distribuire equamente i disagi dovuti alla crisi e le future opportunità.

La società ha spiegato che su Bari esiste una platea di lavoratori che era dedicata specificatamente a servizi non di biglietteria per Finmeccanica, e che pertanto questi lavoratori risultano tecnicamente esuberanti.

La solidarietà si pone quindi come alternativa ai licenziamenti e sarà accompagnata da iniziative di formazione per mettere i lavoratori nelle condizioni di svolgere altre mansioni.

Abbiamo chiesto che sul programma di formazione si sviluppi un confronto preventivo con le rappresentanze sindacali e le organizzazioni sindacali territoriali, in modo da rendere il più possibile efficaci gli interventi.

La perdita delle commesse porterà anche alla cessazione di diversi contratti a tempo determinato sulla sede di Roma che l’azienda ha specificato, su nostra sollecitazione, essere stati assunti solo in relazione alla commessa Finmeccanica.

Relativamente alle iniziative messe in campo per recuperare fatturati, i rappresentanti di CWL hanno dichiarato che l’azienda sta lavorando sia su possibili grandi clienti (i cui fatturati risulterebbero comunque inferiori a quelli di Finmeccanica) che sull’acquisizione di commesse minori, anche a livello territoriale.

Abbiamo sottolineato che un cambiamento così strutturale della composizione del business deve necessariamente essere accompagnato da un costante confronto, auspicando, in questo senso, anche il rinnovo dell’integrativo in tempi brevi.

p. La Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt