Canon Italia – Verbale Accordo 26/6/2002

Verbale di accordo

In data 25.06.02 presso la sede della ConfCommercio di Milano si sono incontrate la Canon Italia Spa, nella persona del Sig. Cesare Lavia, e le OOSS nazionali, nelle persone dei Signori Piero Marconi, Salvatore Falcone, Antonio Vargiu , e le Rsu aziendali.

Tale incontro fa seguito ai precedenti, tenuti in data 17 e 31 maggio nel corso dei quali l’Azienda ha esaustivamente informato le OOSS su quanto convenuto nell’accordo ministeriale del 14.03.02, ultima pagina, capoverso.

In ragione dell’accordo ministeriale richiamato le parti si sono confrontate sulla nuova modalità lavorativa del personale in forza sul territorio nel quale non sono più presenti le strutture delle filiali.

L’Azienda ha informato che i relativi rapporti di lavoro sono stati accentrati presso la sede di Rozzano Milanofiori e Roma, in ragione della vicinanza geografica. Al riguardo i dipendenti sono stati iscritti nei rispettivi libri paga e matricola ed apposite comunicazioni sono state inviate a tutti gli enti ( Inps, Inail, Collocamento, etc ). L’orario di lavoro e la festività del santo patrono sono quelli propri delle due sedi.

Le figure professionali di cui trattasi risultano svolgere la propria attività, in misura prevalente, “sul campo” e quindi territorialmente presso la clientela.

In misura residua le stesse svolgono attività amministrative, quali ad esempio il disbrigo della corrispondenza, stampe di documenti, analisi e pianificazione etc.

Le parti, tenuto conto di quanto sopra, hanno convenuto e inteso disciplinare la materia secondo due diversi assetti organizzativi nei confronti dei quali ciascun dipendente espliciterà la propria libera adesione :

- Assetto organizzativo A
1) ciascun dipendente avrà un fermo posta ( casella postale ) presso i centri MBE più vicini alle abitazioni di residenza, dove poter ricevere ed inoltrare la corrispondenza cartacea, i materiali di consumo ( cancelleria, carta, etc ), fare fotocopie, stampare;

2) ciascun dipendente svolgerà nella propria abitazione le residuali attività amministrative, utilizzando il P.C. attualmente in dotazione e un’apparecchiatura, per stampare scansire e faxare, che l’Azienda provvederà a fornire in comodato d’uso;

3) presso l’abitazione di ciascun dipendente verrà istallata una linea telefonica analogica ad hoc oppure una linea ISDN / ADSL ed un abbonamento ad Internet al fine di consentire l’accesso ai dati, alle informazioni ed alle procedure di Canon, il tutto a carico dell’azienda;

4) al fine di compensare lo spazio abitativo messo a disposizione dell’azienda nonché il consumo energetico necessario, a ciascun dipendente viene corrisposta una indennità annuale pari a euro 774,69 lordi, comprensiva di tutti i ratei contrattualmente previsti; tale emolumento non è quindi computabile ai fini del calcolo degli straordinari, trasferte/gettoni, ferie, 13°, 14°, TFR etc;

5) l’indennità di cui sopra è soggetta a rivalutazione annuale secondo l’indice Istat e potrà essere ulteriormente rinegoziata;

6) l’indennità di cui sopra decorre a far data dal 01.04.02;

- Assetto organizzativo B
Il dipendente svolgerà tutte le attività amministrative presso un centro MBE indicato dalla Società entro il 30.06.02 e percepirà la somma lorda una tantum pari a euro 400,00 quale indennizzo forfettario per l’attività precedentemente prestata.

La scelta del dipendente nei confronti dell’assetto A oppure B può essere reversibile, previo preavviso di mesi 3. Entro l’anno corrente l’indennità percepita per l’assetto B è scomputabile nel caso di successiva scelta per l’assetto A.

Le parti convengono che il responsabile della sicurezza dell’Azienda di concerto con il rappresentante dei lavoratori verifichino le condizioni di fattibilità tecnica, sicurezza e salute all’interno delle abitazioni dei dipendenti. Al riguardo si conviene che qualora ritenute inadeguate l’Azienda provvederà direttamente all’adeguamento assumendone gli oneri relativi. L’Azienda provvederà ad accendere una polizza assicurativa per il rischio incendi / furti.

Le parti si sono infine confrontate sul “Premio di produttività” di cui alla lettera d) dell’art.12 del contratto integrativo; per l’anno 2002 sono convenuti i seguenti parametri, importi e regole di liquidazione:

a)euro 206,58, in misura fissa;
b)euro 90,00 , al raggiungimento, in percentuale del 100%, del fatturato ( vendite nette ) atteso nel revised budget ( euro 372.277.000 );
c)euro 90,00 , al raggiungimento, in percentuale del 100%, del miglioramento ( pari a euro 236.000 ) del “1° profitto operativo”, intendendosi per tale l’indice di profitto che non tiene conto degli oneri finanziari e degli oneri / proventi straordinari.

Letto, confermato e sottoscritto.