Camusso: è debole quel sistema che lascia soli i lavoratori precari

06/04/2011

ROMA – «Se il contratto non riguarda tutti i lavoratori», se non tutela anche i precari, «allora bisogna prendere atto della debolezza del sistema». Il segretario della Cgil Susanna Camusso, intervistato da Repubblica Tv, parla in termini allarmati alla vigilia della manifestazione dei giovani precari (il 9 aprile). «Il sindacato può fare di più contro il precariato», ammette Camusso, «oggi se non sei dentro lo schema della contrattazione, tu non hai diritti sindacali e nemmeno il diritto di sciopero. E il lavoro senza diritti non è lavoro». A proposito delle tante manifestazioni di protesta, come la Notte bianca della Democrazia di ieri, dice: «Il Paese comincia a reagire».