Campania Innovazione, lavoratori sospesi in sciopero

22/05/2015

Una lettera aperta al Presidente Caldoro è l’appello dei 10 lavoratori di Campania Innovazione rimasti “sospesi” con una procedura di trasferimento avviata da Sviluppo Campania. I lavoratori esprimono  sconcerto, rabbia e preoccupazione, anche a seguito dell’annullamento da parte della Regione, con tanta semplicità e senza motivi sostanziali, dell’incontro del 15 maggio, sollecitato dalle organizzazioni sindacali Confederali relativamente al completamento del transito di tutti i lavoratori delle partecipate in Sviluppo Campania.

I Lavoratori, con 16 stipendi arretrati e un disagio che cresce di giorno in giorno, aggravato ancor più dalla preoccupazione del proprio futuro lavorativo sono in presidio, prima presso la sede regionale, in via S.Lucia, e poi davanti la sede Rai; e hanno intrapreso la loro protesta con lo sciopero della fame.

Una protesta che sarà portata avanti fino a quando il Presidente Caldoro non metterà una parola risolutiva facendo sì che Sviluppo Campania provveda a completare le procedure avviate per il trasferimento di questi ultimi 10 lavoratori, così come si è fatto per tutti gli altri lavoratori del bacino L.R. n.15.

La Filcams CGIL Campania è al fianco dei lavoratori ed esprime pieno sostegno a questa vertenza che deve trovare subito una conclusione positiva recuperando i ritardi e gli inadempimenti che hanno prodotto una situazione insostenibile e inaccettabile.