Campania, 150 mln alla filiera termale

03/06/2004


     
     
     
     
    ItaliaOggi Turismo
    Numero 131, pag. 14 del 2/6/2004
    Autore: di Eduardo Cagnazzi
     
    Campania, 150 mln alla filiera termale
     
     
    Circa 150 milioni di euro finanziati dalla regione Campania per rinnovare e integrare la filiera termale, un settore che è quinto in Italia per dotazione delle acque: soltanto quest’anno è cresciuto del 13,3%. La filiera termale coinvolge tutte e cinque le province campane e 18 comuni sedi di siti termali per creare un’offerta unitaria, con parchi e percorsi del benessere. Le risorse finanziarie provengono in gran parte da fondi comunitari (40%) e privati (34%): di queste risorse 42 milioni di euro sono destinati agli enti pubblici che, attraverso accordi di programma, potranno avviare opere infrastrutturali, di recupero ambientale e di restauro dei siti termali. In una seconda fase saranno predisposti bandi di gara per gli investimenti privati. Altri 7,8 milioni di euro saranno finalizzati ad azioni di promozione e per rendere più competitiva la Campania sul mercato internazionale.

    Nel giro di tre anni sarà inoltre attivata la carta del turista termale attraverso la messa in rete di tutte le strutture regionali, pubbliche e private, e la creazione del club del benessere. Sia la card sia il club consentiranno ai turisti di usufruire di pacchetti agevolati per l’accesso a tutte le strutture del settore, compresi i siti museali. La regione spenderà inoltre 3 milioni di euro nella formazione professionale per nuove figure da impiegare nel settore. (riproduzione riservata)