Calzedonia: Impianti e negozi nuovi

14/10/2002





MODA & DESIGN
lunedi 14 Ottobre 2002
pag. 32

Calzedonia

Impianti e negozi nuovi



Nuovi punti vendita che si andranno a aggiungere ai 1300 di oggi (950 in Italia e 350 all’estero); nuovi impianti e tecnologia negli stabilimenti dell’Europa dell’Est e dell’Asia ( Romani, Bulgaria, SriLanka) e investimenti sul fronte della ricerca. Questi sono i punti chiave del piano triennale messo a punto dal gruppo Calzedonia, fondato e guidato da Sandro Veronesi e che ha ottenuto, in questi giorni, un finanziamento di 60 milioni di euro da un pool di undici banche capitanate da Banco Popolare di Verona e Novara (Bpvn) e da Efibanca (Gruppo Popolare di Lodi) in veste di Coarranger.
Il finanziamento, della durata di cinque anni – si legge in un comunicato congiunto prevede una modalità di utilizzo in più soluzioni, a scelta della società veronese, nell’ambito di un periodo di disponibilità della durata di 36 mesi. Dal quartier generale scaligero, anticipano che nonostante la flessione del settore, il gruppo Calzedonia (che oltre agli 800 negozi di calze e costumi da bagno, comprende anche 500 negozi con l’insegna Intimissimi) chiuderà il bilancio 2002 in crescita. Entro la fine di quest’anno andrà a regime lo stabilimento inaugurato a luglio in Croazia (che produrrà venti milioni di calzini da uomo) e partiranno i lavori del nuovo centro direzionale.
(m.g.)