Intesa turismo – Le agenzie

KBXC
ZCZC0106/SXA
WEF60133
R ECO S0A R64 QBXC
CONTRATTI: TURISMO; RAGGIUNTA INTESA, 118 EURO AUMENTO
BILLE’, UN BIGLIETTO DI VISITA CONTRO LA CRISI
(ANSA) – ROMA, 19 LUG – Dopo mesi di negoziato e’ stato
rinnovato il contratto nazionale per i dipendenti delle aziende
del settore turismo. Il contratto, sottoscritto da Fipe,
Federalberghi, Faita, Fiavet, aderenti a
Confturismo-Confcommercio e Federreti, e dalle organizzazioni
sindacali dei lavoratori Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs
Uil, riguarda oltre 1 milione di lavoratori e circa 300mila
imprese. L’intesa prevede la corresponsione di 118 euro a regime
per il quadrienno 2002-2005 che saranno suddivisi in quattro
tranches (40 a luglio 2003, 30 a dicembre 2003, 30 a settembre
2004 e 18 a luglio 2005) oltre all’una tantum di 300 euro, a
copertura del periodo di carenza del contratto, che verra’
erogata in due tranches (agosto 2003 e gennaio 2004).
”Questo contratto – ha detto il presidente di Confcommercio,
Sergio Bille’, commentando la firma arrivata dopo 36 ore di
ininterrotto confronto – vuol essere il biglietto da visita di
un importante settore della nostra economia che, nonostante la
crisi, continua a non avere nessun incentivo pubblico, a
differenza di molti altri comparti produttivi. Un settore che,
comunque, ha creato e crea nuova occupazione e crede con forza
alle prospettive di rilancio del nostro sistema economico”.
(segue)

VG
19-LUG-03 13:52 NNNN

KBXC
ZCZC0123/SXA
WEF60142
R ECO S0A R64 QBXC
CONTRATTI: TURISMO; RAGGIUNTA INTESA, 118 EURO AUMENTO +RPT+(2)
+++RPT CON TITOLO CORRETTO+++
(ANSA) – ROMA, 19 LUG – L’intesa raggiunta, si legge in una
nota, ”tiene conto delle particolari caratteristiche del
settore e, pur nel rispetto degli accordi fissati nel Protocollo
del 23 luglio 1993, stabilisce una durata quadriennale sia per
la parte economica che per quella normativa. Il contratto che
scadra’ il 31 dicembre 2005, non prevede infatti la fase di
rinnovo del biennio economico e definisce sin d’ora la
retribuzione per tutto il periodo di durata del contratto”.
Inoltre, e’ stata introdotta per la prima volta nella
contrattazione l’assistenza sanitaria integrativa per i
lavoratori, a partire dal 1 gennaio 2005, finanziata dalle
imprese (7 euro) e dai lavoratori (3 euro) ogni mese. L’intesa
prevede inoltre una migliore definizione dei contenuti e dei
criteri per la contrattazione territoriale, soprattutto nelle
imprese con meno di 15 dipendenti, individuando parametri utili
per il calcolo della produttivita’.
Sul part time e’ aumentato il monte ore di lavoro
supplementare, per rispondere ad esigenze di flessibilita’, che
sara’ pari a 180 ore annue per ogni dipendente, mentre vengono
introdotte nuove figure professionali, in parte gia’ presenti
nel settore, soprattutto per la ristorazione moderna mentre la
disciplina sull’orario di lavoro, prevista dal recente decreto
legislativo, viene ‘personalizzata’ secondo le esigenze del
settore. Il contratto prevede inoltre ”la definizione di una
serie di richieste che il settore rivolge al Governo, sotto
forma di avviso comune sui temi del credito d’imposta, della
formazione, della semplificazione delle procedure amministrative
e contributive e degli appalti nel settore della ristorazione
collettiva.
”D’ora in poi le imprese turistiche – ha dichiarato Bernabo’
Bocca, presidente Confturismo Confcommercio – potranno contare
su un’ampia gamma di strumenti di flessibilita’ contrattata in
linea con le specificità del settore e con i processi evolutivi
del mercato”. (ANSA).

VG
19-LUG-03 14:30 NNNN

KBXC
ZCZC0131/SXA
WEF60144
R ECO S0A R64 QBXC
CONTRATTI: I COMPARTI ANCORA IN ATTESA DI RINNOVO
(V. ‘CONTRATTI: TURISMO; RAGGIUNTA…’ DELLE 13.50 CIRCA)
(ANSA) – ROMA, 19 LUG – Dopo il rinnovo del del contratto
nazionale dei lavoratori del turismo, che va ad aggiungersi a
quello firmato ieri nel settore delle assicurazioni e nei giorni
scorsi dagli alimentaristi e giornalisti, sono in ogni caso
ancora numerosi i comparti tuttora in attesa del nuovo contratto
nazionale, dal pubblico impiego, al commercio, ai bancari, agli
autoferrotranvieri.
Ecco, in sintesi, la situazione tuttora aperta relativa alle
diverse categorie:
-PUBBLICO IMPIEGO: dopo gli accordi per il personale dei
ministeri, per la Scuola e per il Parastato, non e’ stato ancora
rinnovato il contratto, scaduto il 31 dicembre 2001, riguardante
la Sanita’, gli Enti Locali, le Agenzie Fiscali e la Presidenza
del Consiglio. Al riguardo peraltro il Consiglio dei ministri
pochi giorni fa ha dato il via libera alle risorse per i rinnovi
pendenti, estendendo i benefici gia’ accordati ai ministeriali,
ai lavoratori parastatali e della Scuola.
-AUTOFERROTRANVIERI: il biennio economico del contratto anche in
questo caso e’ scaduto a fine 2001 (a fine 2003 scadra’ anche la
parte normativa). Per i circa centomila lavoratori del settore
sono stati chiesti aumenti per 106 euro medi.
-BANCARI: la parte normativa e’ scaduta a fine 2001 (e’ stata
rinnovata solo la parte economica). La piattaforma presentata
dai sindacati prevede un aumento retributivo medio di 125 euro.
-COMMERCIO: il contratto che interessa circa un milione di
lavoratori e’ scaduto alla fine dello scorso anno. La
piattaforma prevede una richiesta di aumento salariale di 107
euro medi a regime (con un tasso superiore all’ inflazione
programmata).
Fra i contratti in scadenza alla fine del 2003 figurano
inoltre quelli dei chimici, dei tessili e dell’ edilizia.
(ANSA).

RED-MOD
19-LUG-03 14:43 NNNN

KBXC
ZCZC0177/SXA
WIN60254
R ECO S0A QBXB
TURISMO: FIRMATA IPOTESI ACCORDO ECONOMICO E NORMATIVO
CONTRATTO SCADUTO 2001
(ANSA) – ROMA, 19 LUG Federalberghi, Fipe, Faita, Fiavet,
Federreti con la partecipazione di Confcommercio, Filcams,
Fisascat e Uiltucs hanno sottoscritto oggi l’ipotesi di accordo
per il rinnovo della parte economica e normativa del Contratto
collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da aziende del
settore turismo, scaduto il 31 dicembre 2001.
Lo rende noto un comunicato unitario nel quale le associazioni
sottolineano che l’accordo, raggiunto dopo oltre diciotto mesi
di trattative, costituisce un equilibrato punto d’incontro tra
le posizioni delle parti contraenti, contemperando le esigenze
delle imprese con le aspettative dei lavoratori.
(ANSA).

QA-MIH
19-LUG-03 17:03 NNNN

KBXC
ZCZC0194/SXA
WIN60255
R ECO S0A QBXB
TURISMO: COSA PREVEDE L’IPOTESI DI ACCORDO

(ANSA) – ROMA, 19 LUG – Il nuovo contratto di lavoro che
interessa gli operatori del settore turismo, ha decorrenza dal 1
gennaio 2002 e scade il 31 dicembre 2005, sia per la parte
economica sia per la parte normativa. Le parti, alla luce delle
condizioni di particolare congiuntura, hanno infatti ritenuto
opportuno fissare, anche per la parte economica del contratto
una durata di quattro anni.
RETRIBUZIONE E COSTO DEL LAVORO – I nuovi valori retributivi
decorrono dal mese di luglio 2003, con la corresponsione di una
prima tranche di aumento che, per il quarto livello di
inquadramento, e pari a 40 euro lordi. La seconda, la terza e
la quarta tranche saranno corrisposte a decorrere dal mese di
dicembre 2003 (30 euro), settembre 2004 (30 euro), luglio 2005
(18 euro), con un aumento complessivo lordo a regime nel
quadriennio pari a 118 euro ed uno sviluppo del costo coerente
con i tassi di inflazione.
L’accordo prevede l’assorbimento dell’indennita’ di vacanza
contrattuale, e, di conseguenza, gli importi lordi effettivi
sono pari a circa 30 euro per la prima tranche e a 108 euro per
l’aumento complessivo.
E’ prevista l’erogazione di un importo una tantum, che, per il
quarto livello di inquadramento, e’ pari a 300 euro lordi, da
corrispondersi in due tranche,erogate con la retribuzione dei
mesi di agosto 2003 (140 euro) e gennaio 2004 (160 euro).
LAVORO A TEMPO DETERMINATO – L’ipotesi di accordo conferisce
attuazione a quanto previsto dal decreto legislativo 24
settembre 2001, n. 368 in materia di lavoro a tempo determinato.
L’intesa indica esplicitamente alcune ipotesi di ricorso al
contratto a tempo determinato tipiche del settore e eleva al 20%
i limiti quantitativi per l’utilizzo dei contratti a tempo
determinato.
ORARIO DI LAVORO – Vengono introdotte soluzioni di miglior
favore per le imprese in relazione al riposo giornaliero, al
lavoro straordinario e alla durata massima dell’orario di
lavoro.
ASSISTENZA SANITARIA ED INTEGRATIVA – E’ prevista
l’istituzione di un fondo di assistenza sanitaria integrativa
per i lavoratori del settore turismo. L’iscrizione al fondo
dovra’ avvenire nel corso del 2004 e comportera’ il pagamento di
una quota iniziale pari a diciotto euro, di cui quindici euro a
carico del datore di lavoro e tre euro a carico del lavoratore.
FORMAZIONE CONTINUA – Le parti hanno confermato che il fondo
interprofessionale per la formazione continua dei lavoratori dei
settori commercio turismo e servizi (For.Te) costituisce il
fondo di riferimento per i dipendenti delle imprese del settore
turismo.
LAVORO EXTRA – Tra i casi per i quali e’ consentita
l’assunzione di lavoratori extra vengono introdotte le attivita’
di assistenza e ricevimento agli arrivi e alle partenze in
porti, aeroporti, stazioni ed altri luoghi similari.
LAVORO TEMPORANEO – Fermi restando i casi in cui e’ previsto
il ricorso al lavoro temporaneo la disciplina dell’istituto
assume valenza autonoma, non piu’ collegata a quanto previsto
per il lavoro a tempo determinato. (ANSA).

QA-MIH
19-LUG-03 17:41 NNNN

KBXC
ZCZC0206/SXA
WIN60278
R ECO S0A QBXB
TURISMO:IPOTESI ACCORDO; BOCCA,ELEMENTO POSITIVO PER SETTORE
(V.”TURISMO: FIRMATA IPOTESI DI ACCORDO…”DELLE 17,03)
(ANSA) – ROMA, 19 LUG – La sigla dell’ipotesi di accordo per
il rinnovo del contratto di lavoro nel settore turistico ”e’ un
elemento positivo: adesso occorre la nomina del nuovo
Sottosegretario al turismo”. Lo ha detto Bernabo’ Bocca,
Presidente della Federalberghi e di Confturismo, la
Confederazione della Confcommercio alla quale aderiscono oltre
200 mila delle 270 mila imprese che in Italia costituiscono il
sistema turistico nazionale. Secondo Bocca, l’accordo siglato
oggi ”rappresenta un grosso sforzo per venire incontro alle
richieste dei lavoratori, pur in un momento nel quale gran parte
delle aziende non stanno attraversando una congiuntura
favorevole. I contenuti dell’intesa, inoltre, consentono di
conciliare in maniera valida le innovazioni, apportate dalla
legislazione piu’ recente, con le caratteristiche intrinseche
del lavoro nel turismo”. Secondo Bocca ”adesso quel che manca,
e’ un referente politico. Dopo le dimissioni la scorsa settimana
del sottosegretario al Turismo, Stefano Stefani, ha concluso –
auspichiamo che il ministro delle Attivita’ Produttive, Antonio
Marzano, acceleri i tempi per l’individuazione del suo
sostituto, al fine di garantirci quell’interlocutore di cui
tutti i comparti del settore hanno un assoluto bisogno”.
(ANSA).

MIH
19-LUG-03 18:02 NNNN

KBXC
ZCZC0220/SXA
WIN60295
R ECO S0A QBXB
TURISMO:IPOTESI ACCORDO; FILCAMS-CGIL, L’ACCORDO E’ BUONO

(ANSA) – ROMA, 19 LUG – ”Ha vinto il primato della
contrattazione, anche sui temi caldi quali l’orario e le
tipologie contrattuali diverse dai contratti a tempo
indeterminato. E’ un buon contratto”. Lo ha sostenuto Ivano
Corraini segretario generale della Filcams-Cgil, il quale, in
una nota, ha ricordato che ”si perseguiva l’obiettivo di
mettere ai margini il contratto nazionale, invece abbiamo
regolamentato un settore ma respingendo le parti piu’ dannose e
riconquistando la definizione della stagionalita’ e per gli
stagionali il diritto alla precedenza al 100%. L’incremento
salariale di 118 euro nei quattro anni – ha concluso il
sindacalista – e’ pari all’11,58 ed i 70 euro del biennio
2002-2003 sono pari a 6,28, un risultato soddisfacente se si
pensa alle difficolta’ che in settore internazionale e nazionale
ha sopportato”.(ANSA).

MIH
19-LUG-03 18:29 NNNN