Call Center: alla Omnia stabilizzati 400 precari

02/04/2007
    sabato 31 marzo 2007

    Pagina 13 – Economia & Lavoro

    Call Center

      Alla Omnia stabilizzati 400 precari

      Un altro passo nella lotta al lavoro precario che vede al centro soprattutto i call center: è stato siglato mercoledì, a Milano, il primo accordo per la stabilizzazione dei lavoratori di un call center con contratto a progetto.

      L’accordo – informa una nota della Cgil – prevede per circa 400 lavoratori di Milano e Corsico la trasformazione alla scadenza dei contratti a progetto in rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

      A siglare l’intesa, al termine di un lungo confronto, sono state da una parte la società Omnia, azienda tra le maggiori nel settore dei call center, e dall’altra Filcams-Cgil e Nidil Cgil in constante raccordo con la Camera del Lavoro Metropolitana di Milano.

      Con la prima tranche di «regolarizzazioni» saranno stabilizzate tutte le lavoratrici in maternità, mentre l’ultima tranche di stabilizzazione è previsto avvenga il primo di novembre, riducendo a 6 mesi il tempo necessario invece dei 12 previsti dall’avviso comune firmato dai sindacati e da Assoconctat – Confindustria.

      Il contratto applicato ai lavoratori neoassunti sarà quello del commercio.

      I lavoratori a progetto, sino ad oggi iscritti alla gestione separata dell’Inps, recupereranno il differenziale contributivo esistente tra contratti a progetto e lavoro subordinato.

      L’accordo raggiunto tra azienda che gestisce il call center di Sesto San Giovanni e le organizzazioni sindacali è già stato sottoposto in assemblea ai lavoratori interessati che lo hanno approvato.