Calano le perdite del Gruppo Coin

13/04/2005

    mercoledì 13 aprile 2005

    Pagina 13 – Economia

    IL BILANCIO
    Rosso ridotto a 26,5 milion

      Calano le perdite del Gruppo Coin
      L’uscita dal mercato tedesco si fa sentire sui conti del 2004

      VENEZIA. Il Consiglio di amministrazione del Gruppo Coin ha approvato i risultati dell’esercizio 2004 e il bilancio consolidato. Le vendite nette consolidate ammontano a 1.072,9 milioni di euro, in flessione del 14,6% rispetto all’esercizio precedente principalmente a causa della dismissione delle attività in Germania (145,2 milioni di euro nel 2003). Il risultato netto consolidato è negativo per 26,5 milioni, contro la perdita di 196,4 milioni nel 2003. Il margine operativo lordo consolidato è stato invece di 84 milioni, in forte crescita rispetto al 2003 grazie alla dismissione di attività con risultati estremamente negativi.

        Nel 2004 è stato completato il processo di ristrutturazione e di riorganizzazione del Gruppo con la dismissione di tutte le attività non legate all’attività principale, e con la trasformazione in società autonome delle due insegne Coin e Oviesse. «I benefici economici di questo processo – informa una nota – sono già parzialmente evidenti nell’esercizio appena concluso che presenta un margine operativo lordo pari a 84 milioni, in crescita del 139% rispetto al 2003, e un risultato operativo positivo per 34,2 milioni contro un corrispondente dato negativo di 29,1 milioni del 2003».

        Aggiunge il comunicato: «L’impegno finanziario derivante principalmente dalla dismissione delle attività in Germania (circa 140 milioni nel 2004) hanno limitato le nostre possibilità di investimenti in sviluppo e ammodernamento della rete vendita e di investimento in attività di marketing e comunicazione a sostegno dello sviluppo delle due insegne storiche».

        Per quanto riguarda Oviesse, con un margine operativo lordo di 80 milioni e 53,6 mln di risultato operativo (pari al 7,8% sulle vendite) l’insegna, assicura il Gruppo, «si colloca tra i primi retailer europei in termini di reddittività».

          Per Coin, invece, anche l’esercizio appena concluso ha rappresentato un anno molto difficile sotto il profilo economico-finanziario. Le vendite e i risultati economici nel corso dei vari mesi del 2004 sono sempre stati inferiori alle aspettative e in forte flessione rispetto ai già non positivi risultati degli esercizi precedenti. Il piano di rilancio prevede comunque nei prossimi due anni «investimenti e costi di ristrutturazione compatibili con la prevista evoluzione delle risorse finanziarie a disposizione del Gruppo».