Calabria. Parmatour: i villaggi vivono

24/05/2004

    22 maggio 2004

    Parghelia. Una vittoria dei sindacati, del sindaco Calzona e della classe politica
    Parmatour, i villaggi vivono

    PARGHELIA – I villaggi Paraelios e Sabbie bieanche sopravviveranno. Inseriti nel circuito di Parmatour, rischiavano la definitiva chiusura, con gravi contraccolpi sul tessuto occupazionale dell’area costiera. Adesso, però, i villaggi hanno riaperto, i lavoratori sono rientrati fra i ranghi e il 5 giugno sarà avviata la stagione estiva. Un successo, soprattutto di chi si è battutto strenuamente per difendere le due strutture che assumono un ruolo cardine per l’economia dell’intera industria turistica vibonese. In primo luogo è un successo delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, che hanno assunto una posizione determinante e poi del sindaco Vincenzo Calzona, che non ha mai smesso di lottare per salvare i villaggi dal fallimento.
    «Abbiamo vinto – ha commentato Calzona – ma credo che i meriti vadano equamente divisi fra tutte le personalità politiche che si sono battute con noi e ci sono stati vicini. Dal senatore Nuccio Iovene, al deputato Michele Ranieli, al senatore Bevilacqua, agli assessori regionali Niuccio Mangialavori e Franco Stillitani, e poi la Provincia e il sindaco della città capoluogo Elio Costa».
    Al sindaco Calzona, pertanto, non è andata giù la sortita dell’assessore regionale al Turismo Giuseppe Gentile: «Gli ho scritto, ho chiesto un colloquio più volte. Non mi ha mai risposto, non si è mai interessato alla vicenda e adesso esce fuori a dire che i nostri villaggi sono salvi. Noi lo sappiamo da giorni e adesso forse vorrebbe fare intendere che il merito è suo. Io dico – ha concluso – che ha vinto la nostra classe politica nell’interezza. Ringrazio a nome della mia comunità anche la Regione, ma gli assessori Mangialavori e Stillitani. Di certo non l’assessore Pino Gentile, che del problema si è ricordato solo quando è stato già risolto. Ringrazio anche voi della stampa, siete stati davvero importanti».