Cala la fiducia delle imprese commerciali

28/04/2005
    giovedì 28 aprile 2005

    isae

      Cala la fiducia delle imprese commerciali

        Torna a calare, ad aprile, la fiducia delle imprese dei servizi di mercato, e peggiora sensibilmente quella delle imprese del commercio, soprattutto nella grande distribuzione, i cui dati sono riferiti però a marzo. È quanto emerge dalle consuete rilevazioni dell’Isae.

          Secondo l’indagine dell’istituto, l’indice grezzo che misura il clima nei servizi scende a 14 da 24, tornando sui livelli di febbraio. Ma, paragonato col dato di aprile 2004 (pari a 10), mostra un moderato incremento. A livello congiunturale, il deteriorarsi della fiducia è comune a tutti i settori, dai servizi alle famiglie a quelli finanziari, a quelle per le imprese.

            Secondo la consueta indagine trimestrale, cresce poi la percentuale delle imprese che percepisce l’esistenza di ostacoli all’attività produttiva (40% nel primo trimestre 2005, contro il 35% degli ultimi tre mesi del 2004) e, tra i fattori che ostacolano la produzione, vengono segnalati l’insufficienza della domanda, i vincoli finanziari e la scarsità della manodopera.

              Per quanto riguarda le imprese del commercio, l’indice dell’Isae, considerato al netto dei fattori stagionali, a marzo è invece sceso a 95,1 dal 99,2 di febbraio, portandosi su valori inferiori a quelli medi del quarto trimestre 2004. Sono peggiorati, in particolare, i giudizi e le aspettative sull’andamento degli affari, mentre sono rimasti stabili quelli sul livello delle scorte.