C.M. Ministero del lavoro e della previdenza sociale 17-07-1997, n. 101

Ministero del lavoro e della previdenza sociale
Circ. 17-7-1997 n. 101/97
Congruità dei costi per le attività formative cofinanziate dal F.S.E.
Pubblicata nella Gazz. Uff. 29 luglio 1997, n. 175. Emanata dal Ministero del lavoro e della previdenza sociale.

Si premette che, per quanto concerne l’ammissibilità dei costi, si deve far riferimento alla Circolare del Ministero del lavoro e della previdenza sociale «Natura dei costi ammissibili per le attività formative cofinanziate con il F.S.E. n. 98 del 4 agosto 1995 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale supplemento ordinario n. 99 del 12 agosto 1995) e successive integrazioni e rettifiche di cui alla Circolare n. 130 del 25 ottobre 1995 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale supplemento ordinario n. 258 del 4 novembre 1995)».

Si specificano di seguito i nuovi massimali di costo ritenuti congrui per il dimenzionamento di alcune voci di spesa. I massimali sono da intendersi al netto di IVA e a lordo di IRPEF.

1) Le tipologie professionali relative a docenti, codocenti, direttori di corso e di progetto sono articolate in tre fasce di livello prevedenti massimali di costo differenziati, sulla base di esperienza professionale, settore di esperienza, titolo di studio.

Fascia A: docenti, direttori di corso e di progetto fino ad un massimale di L. 165.000 orarie.

Docenti universitari di ruolo (ordinari, associati); ricercatori senior (dirigenti di ricerca, primi ricercatori).

Dirigenti di azienda; imprenditori, esperti di settore senior (con esperienza professionale almeno decennale nel profilo o categoria di riferimento).

Professionisti; esperti senior di orientamento, di formazione (iniziale e continua) e di didattica (con esperienza professionale almeno decennale nel profilo o categoria di riferimento).

Fascia B: docenti, codocenti, direttori e codirettori di corso e di progetto fino ad un massimale di L. 110.000.

Ricercatori universitari (primo livello); ricercatori junior (con esperienza almeno triennale di conduzione o gestione progetti nel settore d’interesse).

Professionisti, esperti di settore junior (con esperienza almeno triennale di conduzione o gestione di progetti nel settore d’interesse).

Professionisti, esperti junior di orientamento, di formazione (iniziale e continua) e di didattica con esperienza almeno triennale di docenza, conduzione o gestione di progetti nel settore d’interesse.

Fascia C: codocenti o codirettori di corso e di progetto fino ad un massimo di L. 90.000 orarie.

Assistenti tecnici (laureati o diplomati) con competenza ed esperienza professionale almeno biennale nel settore.

Tutor: fino ad un massimale di L. 60.000.

Coordinatori: fino ad un massimale di L. 110.000 orarie per le ore effettivamente svolte.

2) Per il personale amministrativo: massimale di L. 50.000 orarie.

3) Per le attività di consulenza specialistica: fino ad un massimo di L. 600.000 al giorno.

4) Spese di vitto ed alloggio: per corsi residenziali fino ad un massimale di L. 90.000 al giorno, per corsi semiresidenziali fino ad un massimale di L. 60.000. Ciò nel caso in cui il servizio sia reso direttamente attraverso la struttura gestita dall’Ente beneficiario dell’azione formativa.

Nel caso in cui si debba far ricorso a servizi esterni, l’Ente gestore dovrà acquisire almeno tre preventivi per la scelta del più conveniente. Per la residenzialità si deve comunque tener presente che potranno essere consentite solo strutture non oltre il livello della seconda categoria (tre stelle).

La relativa spesa deve essere precisata ed illustrata nel progetto soggetto ad approvazione.