Buon viaggio vicino a Soglia

27/04/2006
    marted� 25 aprile 2006

    Pagina18 – Turismo

      Buon viaggio vicino a Soglia

        Il closing previsto per domani. Il fondatore Biella al centro dell’operazione. L’imprenditore rilever� maggioranza da Gf Gafi

          di Massimo Galli

            Se non ci saranno intoppi, nelle prossime ore Buon viaggio network dovrebbe passare nelle mani di Gerardo Soglia, l’imprenditore alberghiero gi� impegnato sul fronte della Cit. Per domani, infatti, sarebbe previsto il closing dell’operazione che vedrebbe Soglia rilevare la maggioranza di controllo del gruppo di agenzie di viaggio. L’annuncio � stato dato alla fine della scorsa settimana dallo stesso Soglia, che in seguito ha precisato che acquisir� il 53% del capitale attraverso la societ� Cofintur spa, una finanziaria di famiglia non direttamente legata al business alberghiero di Soglia hotels & resorts.

              L’operazione, tuttavia, ha visto scendere in campo altri soggetti. A cominciare da Adriano Biella, presidente di Ainet e fondatore di Buon viaggio all’inizio degli anni 90, che lo scorso 4 aprile � stato nominato presidente e amministratore delegato. Ci� � avvenuto in concomitanza con la cessione della quota del 50% di Buon viaggio da parte di Bipielle investimenti, l’istituto controllato dalla Banca popolare italiana (ex Lodi). L’altra met� delle azioni fa riferimento a un’ottantina di agenti di viaggio, che detengono ciascuno quote non superiori al 3%. Dal quartier generale di Lodi precisano che la cessione � avvenuta nell’ambito del processo di riorganizzazione varato recentemente dal gruppo Bpi, che prevede per Bipielle la cessione di asset non strategici; la partecipazione � stata valutata, a patrimonio netto, circa 1,4 milioni di euro.

                Secondo quanto appreso da ItaliaOggi, a rilevare il pacchetto da Bipielle � stata la societ� svizzera Gf Gafi, con sede a Crans-Montana, nel Cantone Vallese, che ha comprato altre quote da alcuni agenti di viaggio per superare il 50% del capitale e poter diventare azionista di maggioranza. A sua volta, Gf Gafi ceder� (dovrebbe essere questione di ore o al massimo di pochi giorni) a Gerardo Soglia il pacchetto di azioni.

                  Per quanto riguarda gli agenti di viaggio che hanno venduto le loro quote, Adriano Biella nega di essere tra questi. In merito poi alla gestione futura di Buon viaggio, stando ad alcune indiscrezioni, per la poltrona di amministratore delegato si sarebbe fatto il nome di Luigi Moleri, partner di Twice corporate, societ� appartenente al gruppo Twice, a sua volta posseduto da Banca Intesa, De Agostini, Investitori associati e Telecom Italia media. Tuttavia il diretto interessato, interpellato da ItaliaOggi, ha smentito categoricamente questa ipotesi. Non � ancora chiaro se Biella manterr� il timone della societ� ma, in ogni caso, la sua figura sarebbe centrale nel tentativo di rilancio del network.

                    Un’operazione, quella riguardante Buon viaggio, concepita per cercare di dare ossigeno a una societ� che negli ultimi anni non � riuscita a crescere e, anzi, ha chiuso i bilanci in rosso: nel 2005 le perdite sono ammontate a 760 mila euro e l’anno precedente era stata effettuata la riduzione del capitale sociale. Dopo l’avvicendamento di due amministratori delegati (Guido Villa e Fausto Meneghetti) in meno di due anni, ora si cerca una svolta radicale, con un ricambio nell’azionariato. Il tentativo, in ogni caso, dovr� scontrarsi con la dura realt� di un mercato, quello delle agenzie di viaggio, da tempo in crisi. (riproduzione riservata)