Buon viaggio verso il closing

27/04/2006
    gioved� 27 aprile 2006

      Pagina 20 – Turismo

        Buon viaggio verso il closing

          In pole position l’imprenditore Soglia. Gli adv esercitano diritto di prelazione. A giorni cessione al nuovo azionista di controllo

            di Massimo Galli

              Ci vorr� ancora qualche giorno per chiudere la trattativa per il passaggio di propriet� di Buon viaggio network. A spiegarlo � Adriano Biella, presidente e amministratore delegato pro tempore della societ�, secondo cui �l’operazione � molto complessa e articolata’. In particolare, le modifiche a meccanismi, a suo tempo inseriti nello statuto sociale, hanno richiesto ulteriori analisi. Per il resto, Biella � pi� che mai abbottonato, rinviando qualsiasi chiarimento a quando la vicenda sar� conclusa.

                Attualmente la quota di maggioranza di Buon viaggio � parcheggiata nella societ� svizzera Gf Gafi, in attesa di essere ceduta al nuovo azionista di controllo, che dovrebbe essere l’imprenditore alberghiero Gerardo Soglia attraverso la Cofintur spa (si veda ItaliaOggi dello scorso 25 aprile). Comunque altri investitori si sarebbero fatti avanti, soprattutto fondi di private equity. A uscire allo scoperto, per�, era stato lo stesso Soglia, che una settimana fa aveva annunciato la prossima acquisizione della maggioranza di Buon viaggio.

                  L’operazione, comunque, � complessa e vede come regista Biella, fondatore del network all’inizio degli anni 90 e attualmente principale azionista tra gli agenti di viaggio. Va anche tenuto presente che, fino all’entrata in scena di Gf Gafi, il 50% delle azioni era detenuto da Bipielle investimenti (che ha venduto alla societ� svizzera per circa 1,4 milioni di euro) e l’altro 50% da un’ottantina di agenti con quote non superiori al 3%. Ora i vertici di Buon viaggio hanno annunciato la possibilit� di esercitare i diritti di prelazione sui titoli detenuti da Gf Gafi: ci� avvalorerebbe le voci secondo cui circa il 10% del capitale, costituito da quote di adv, sia stato ceduto alla stessa societ� elvetica. Cos� la Cofintur, assommando le varie quote, avrebbe in mano il 67% di Buon viaggio se l’affare andasse in porto. La stessa Cofintur starebbe facendo pressioni per arrivare al 100% del capitale, mentre gli agenti di viaggio non vorrebbero rinunciare alle loro quote esercitando la prelazione. Sarebbero in vista, inoltre, scambi azionari tra gli stessi adv soci. In questa operazione, Buon viaggio � assistita da Twice in qualit� di advisor. Alcune voci parlavano di Luigi Moleri, partner di Twice corporate, come futuro amministratore delegato del network di agenzie, ma il diretto interessato ha smentito. (riproduzione riservata)