Buon Primo Maggio

01/05/2016

Le battaglie operaie, l’impegno dei lavoratori, i movimenti sindacali. La Festa dei Lavoratori, celebrata in tutto il mondo, nasce nel 1889 a Parigi, quando il congresso della Seconda Internazionale decide di organizzare una grande manifestazione “in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore e di mandare ad effetto le altre risoluzioni del Congresso di Parigi.”

La scelta cade sul 1 maggio perché tre anni prima, nel 1886, una grande manifestazione operaia svoltasi a Chicago, era stata repressa nel sangue.
Il 1 maggio del 1890 anche in Italia, vengono organizzate manifestazioni e iniziative, e negli anni a seguire la festa diventa sempre più importante, portando alla ribalta le rivendicazioni politiche e sociali del momento storico.
La clausola sociale nei cambi appalto, le liberalizzazioni delle aperture domenicali e festive nel commercio, differenti tutele per i lavoratori stagionali, i contratti precari e i voucher,  i rinnovi dei contratti nazionali di settore per migliorare le condizioni di lavoro e i salari. Le battaglie sono diverse dal passato, ma l’obiettivo resta il riconoscimento della dignità del lavoro, del suo valore, la difesa e il miglioramento dei diritti per le lavoratrici ed i lavoratori.
Per questo il Primo Maggio, la festa dei lavoratori, oggi è, e resterà sempre una giornata da celebrare e rispettare, per le battaglie del passato, del presente e del futuro.

Buon Primo Maggio dalla Filcams Cgil

Guarda il Video del Primo Maggio