BRUSSELS – RIUNIONE INTERNAZIONALE DEL SETTORE SERVIZI E CURA DELLA PERSONA

28/03/2011

28 marzo 2011

Brussels – Riunione internazionale del settore Servizi e Cura della Persona

La riunione della Commissione Europea (Dialogo Sociale) del settore (Personal Service ) Servizi e Cura della Persona che si è svolta il 10 marzo a Brussels ha discusso di tre importanti questioni: la definizione di una dichiarazione congiunta delle “Parti Sociali “( Coiffure UE e UNI Europa ); alcune proposte di modifica dell’accordo per il riconoscimento del Certificato Professionale Europeo (European Hairdressing Cerificate); e le diverse modalità esistenti all’interno dei Paesi Europei per aprire un’attività imprenditoriale nel settore dell’acconciatura (Lavoro Indipendente; Affitto di una sedia/poltrona; free-lance ecc). La FILCAMS, inoltre, su richiesta dell’Associazione Sindacale Europea, ha descritto le modalità previste dalla legge italiana per l’apertura di un’attività imprenditoriale nel settore dei Parrucchieri ed Estetisti con particolare riferimento al settore dell’ Artigianato.
“È stato doveroso” spiega Luigi Scarnati della Filcams Cgil “sottolineare che a differenza di altri Paesi Europei, in Italia non è consentito svolgere l’attività di Parrucchieri o di Estetisti “in proprio (autonomi??) o free-lancee”. Per quanto riguarda invece il “Fitto della Poltrona o Cabina ( per gli Estetisti ), nel ricordare che oggi in Italia questo non è consentito, abbiamo però aggiunto che proprio in occasione della trattativa per il rinnovo del Contratto nazionale degli Estetisti e Parrucchieri stiamo predisponendo un Avviso Comune insieme ai Datori di Lavoro, per chiedere alle Istituzioni competenti appositi provvedimenti finalizzati ad un periodo di sperimentazione della suddetta possibilità. Al termine del periodo di sperimentazione, anche sulla base di un monitoraggio svolto dagli Organismi Bilaterali, le Parti potranno verificarne l’effettiva utilità.