“Brevi” Va risarcito il lavoratore lasciato nell’inattività

23/11/2001

Il Sole 24 ORE.com


IN BREVE

    Va risarcito il lavoratore lasciato nell’inattività
    Il lavoratore ha il diritto di prestare effettivamente la sua opera. Perciò, se il datore di lavoro lo lascia in una condizione di "forzata inattività" e senza assegnazione di compiti, pur pagandogli lo stipendio, compie un illecito ed è tenuto a risarcire il "danno professionale". Sta al giudice accertare, di volta in volta, l’esistenza di tale danno, determinandone la natura (impoverimento della capacità professionale, perdita di chance o lesione della salute della salute e dell’immagine) e l’ammontare. la sezione lavoro della Cassazione (sentenza 14199 del 14 novembre 2001) ha ribadito un principio consolidato in giurisprudenza, ma, èer espressa ammissione dei giudici di legittimità, controverso in dottrina.
 
|

 
Copyright © 2000 24 ORE.com. Tutti i diritti riservati
   

…………………………………..

…………………………………..