“Brevi” «Quel decreto fa saltare i diritti dei lavoratori»

28/01/2004

 

 
Pagina 28 – Economia
 
 
IL DOCUMENTO
Giugni e Treu:"Quel decreto fa saltare i diritti dei lavoratori"


          ROMA – Il decreto legislativo sul mercato del lavoro «presenta vistose carenze e non può essere celebrato nei termini di esultanza con cui è stato presentato dal governo», perché rischia di vanificare i principi cardine del diritto del lavoro e minare le tutele finora garantite ai lavoratori.
          Sono Gino Giugni e Tiziano Treu a esprimere queste critiche in una dichiarazione congiunta, che rileva come l´ispirazione sottesa al testo appare «dettata da una ideologia quasi liberista». Da un lato garantisce agli imprenditori la frantumazione dell´azienda. Dall´altro liberalizza il ricorso alla «somministrazione» del lavoro, soprattutto a tempo determinato.