“Brevi” Il 6 dicembre si ferma il turismo

08/11/2002
                venerdì 8 novembre 2002

                CONTRATTI
                Il 6 dicembre si ferma il turismo
                Una giornata di sciopero nazionale per l’intero
                settore è stata proclamata per il 6 dicembre dalle
                segreterie nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs.
                Nelle zone in cui si svolgono festività, come
                Milano con S. Ambrogio, l’astensione dal lavoro è
                spostata al 9 dicembre. Motivo dello sciopero è la
                valutazione negativa delle trattative con
                Federturismo e Confesercenti sui rinnovi
                contrattuali.





                              Turismo in sciopero il 6
                              Una giornata di sciopero nazionale per l’intero settore del turismo è stata proclamata per il 6 dicembre dalle segreterie nazionali Filcams, Fisascat e Uiltucs. Nelle zone interessate a festività, l’astensione è spostata al 9 dicembre. Motivo dello sciopero, la valutazione negativa delle trattative su tutti i tavoli di confronto, inclusi Federturismo e Confesercenti. Non si trova ancora un accordo, mentre il Ccnl è già scaduto da 10 mesi

                            Turismo, scontro sul contratto
                            Una giornata di sciopero nazionale per l’intero settore del turismo è stata proclamata per il 6 dicembre dalle segreterie nazionali Filcams, Fisascat e Uiltucs. Motivo dello sciopero – spiegano i sindacati – la valutazione negativa delle trattative su tutti i tavoli di confronto, inclusi Federturismo e Confesercenti. «Particolarmente negativa» viene ritenuta «la volontà delle controparti di peggiorare le condizioni dell’attuale contratto»
                            .