“Brevi” De Rigo si ritira dalla corsa per Salmoiraghi&Viganò

04/06/2002
        4 giugno 2002

        Brevi dall’economia

        OTTICA

        De Rigo si ritira dalla corsa per Salmoiraghi&Viganò

        È atteso per oggi l’annuncio sul cambio di proprietà della catena di negozi Salmoiraghi&Viganò (S&V). Secondo fonti di mercato la De Rigo, dopo aver manifestato un vivo interesse, si appresta ora a lasciare cadere l’opzione sull’acquisto della quota di controllo della catena che conta circa 200 punti vendita tra l’Italia e l’estero, con un giro d’affari di circa 65 milioni €. Si profila la chiusura del contratto (si veda «Il Sole-24 Ore» del 7 aprile) tra Dino Tabacchi, recentemente uscito dall’azionariato di controllo della Safilo, e i fondi (Arca impresa gestioni, Arca merchant, B&S, Ipef III e altri) che controllano il 90% del pacchetto azionario di S&V, mentre il resto fa capo ad azionisti minori e ai manager. L’operazione è stata valutata, in base all’accordo preliminare tra Tabacchi e i fondi di investimento, 68.5 milioni di euro in relazione a una stima complessiva del gruppo S&V pari a 76 milioni di euro.

        V.Ch.