“Brevi” Caso Sma, scontro Cgil-Regione

20/12/2004



            BASILICATA

            venerdì 17 dicembre 2004




            La Filcams chiede il rispetto degli impegni presi tre anni fa
            Caso Sma, scontro Cgil-Regione
            «Dov’è finita la società mista?»

            Potenza – «Lo sciopero dei lavoratori della Sma Basilicata non è riuscito a convincere il presidente della Giunta regionale sul rispetto degli impegni per la costituzione di una società mista pubblico-privata, per la gestione delle attività che attualmente svolge la società».
            E’ quanto afferma la segreteria regionale della Basilicata della Filcams-Cgil.
            «Bubbico – ha continuato il sindacato – ha prospettato il rischio di un presunto scontro con altri lavoratori, che non ha alcun fondamento. La Regione ed il presidente – continua – hanno avuto tre anni di tempo per attuare gli impegni sottoscritti, non possono dire oggi che hanno cambiato idea. Ai lavoratori non basta essere rassicurati sulla continuità delle attività e della garanzia occupazionale per l’anno 2005, per le quali la Regione ha assicurato la proroga della convenzione con la società Sma. Essi vogliono sapere quali sono le condizioni della proroga».