Brescia. «No» Cgil a Rinascente

25/10/2002

Giornale di Brescia
Giovedì 24 ottobre 2002




 ECONOMIA E FINANZA
Pag. 33    




«No» Cgil a Rinascente
DISACCORDO SULL’IPOTESI DI INTEGRATIVO
     L’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo del Gruppo Rinascente, firmato a Roma lo scorso 11 ottobre, viene giudicata dalla segreteria Filcams Cgil di Brescia e dai delegati sindacali Filcams Cgil del gruppo Rinascente «in modo articolato, ma comunque insufficiente per essere condivisa». In una nota diffusa alla stampa, la segreteria della Filcams, pur dichiarandosi consapevole della difficile congiuntura di mercato, mantiene ampie riserve sull’intesa. In primo luogo, dicono i bresciani in polemica anche con il loro riferimento nazionale, desta perplessità la durata della trattativa (oltre 20 mesi), «seppur condizionata dalla complessità della vertenza e delle difficoltà frequenti di tenuta unitaria, e la gestione stessa della vertenza, fatta di mesi interi di silenzio, dall’assenza di continuità nelle azioni di lotta (8 ore a livello nazionale, 12 ore in Lombardia) ha indubbiamente pesato e costituito un problema, anche nel rapporto con i lavoratori. Per la Filcams di Brescia – continua il comunicato – «si rende necessario introdurre una modifica sostanziale rispetto alle modalità con cui viene svolta la contrattazione di secondo livello, spostando i poteri di intervento sindacale dal centro ai territori. Resta invece positivo – si dice fra l’altro nel comunicato – aver realizzato un contratto valido per tutti i 30.000 dipendenti del gruppo».