Brambilla: legge per i campi da golf Lega ironica: servirà ai cassintegrati

26/03/2010

MILANO – Impegno solenne di Michela Vittoria Brambilla: «Al prossimo Consiglio dei ministri – annuncia la titolare del Turismo – presenterò un disegno di legge per promuovere e sostenere lo sviluppo del turismo del golf, con la nascita di nuovi campi da gioco e strutture ricettive in Italia». La proposta, che arriva alla vigilia delle elezioni regionali, scatena un´alzata di scudi non solo da parte dell´opposizione. Particolarmente dura la reazione della Lega, che con il vicepresidente della commissione Bilancio del Senato, boccia senza appello l´uscita della Brambilla: «È quanto meno inopportuna dal punto di vista della tempistica, dal momento che abbiamo tante aziende costrette a mettere in cassa integrazione gli operai, che difficilmente andranno poi a giocare a golf, così come i datori di lavoro coscienziosi, che stanno mettendo tutte le energie per risollevare le proprie aziende». Inopportuna e forse anche inutile, almeno secondo il leghista Garavaglia: insomma, il governo non sarebbe neppure competente in materia, perché «probabilmente si tratta di strumenti già in possesso degli enti locali». Freddezza anche da Umberto Bossi, che a margine di un comizio a Milano casca dalle nuvole: «Di questa proposta non so niente, io so solo che occorre dare le terre demaniali ai giovani che vogliono costruirsi una famiglia».
La presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro, ricorre al sarcasmo, facendo il verso a un vecchio slogan elettorale di Berlusconi: «Come uscire dalla crisi? Semplice, campi da golf per tutti; con 380mila disoccupati in più nel quarto trimestre del 2009, ci sembra che questo Paese abbia bisogno di ben altre ricette». Il leader dell´Udc Pierferdinando Casini parla di «campagna elettorale penosa»: «Ci sono dati allarmanti sull´occupazione e si risponde alla crisi con l´annuncio di un grande piano per il golf». Per Massimo Donadi, capogruppo dell´Italia dei valori alla Camera, «la Brambilla ricorda molto Maria Antonietta quando disse che al popolo affamato si potevano dare delle brioches». E il capogruppo del Pd alla commissione Attività produttive della Camera, Andrea Lulli: «In un primo momento avevamo pensato che l´annuncio della Brambilla fosse finalizzato a rilanciare la produzione di maglioncini per giocare a golf, il che poteva essere un aiuto al settore manifatturiero; il ministro non sa di che cosa parla».
In serata, arriva la replica della Brambilla: «L´opposizione finge di non capire e mistifica la realtà, con il golf verranno creati nuovi posti di lavoro e risorse per l´economia; il mio disegno di legge non comporta alcun onere per le casse dello Stato, la sinistra è infastidita dai successi del governo».