Boom di sconti contro la crisi

26/03/2003


              Mercoledí 26 Marzo 2003
              GRANDE DISTRIBUZIONE


              Boom di sconti contro la crisi

              Grande distribuzione – AcNielsen: a febbraio vendite promozionali per il 20% dei prodotti


              MILANO – I gruppi della grande distribuzione stanno facendo ricorso in maniera massiccia alle promozioni per sostenere i consumi e scongiurare la minaccia strisciante di una crisi nella spesa delle famiglie preoccupate per la stagnazione economica in Italia e per le tensioni internazionali. Secondo le rilevazioni di AcNielsen relative al mese di febbraio si vende in promozione un prodotto su cinque. L’intensità promozionale è salita in media al 19,5% con un incremento del 2% rispetto ai livelli (alti) del febbraio 2002. Sono stati peraltro registrati dei picchi relativi ai prodotti per la casa e ai surgelati: nel primo caso l’intensità è stata al 22,5% con un incremento del 4,6% su base annua, nel secondo caso il livello raggiunto a febbraio è del 21,4% con una crescita del 4,1 per cento. La risposta delle vendite di prodotti confezionati di largo consumo (grocery ) è stata apprezzabile. AcNielsen ha registrato una crescita dell’8,3% delle vendite in base alle confezioni acquistate, mentre l’incremento tendenziale in valore si è attestato, in media, a quota 10,5 per cento. A correre con maggiore intensità sono i prodotti per gli animali (+13,9% le vendite in valore) e forse non a caso sono gli unici che vedono ridursi l’intensità promozionale: -3,3% rispetto al 2002 con una quota del 12,9% nettamente al di sotto della madia globale. Alto anche il ritmo di crescita delle vendite (in valore) dei prodotti freschi: +12% su base annua a fronte peraltro di un aumenti dell’11,1% delle quantità. I surgelati invece accusano delle difficoltà: l’aumento delle vendite in valore a febbraio si è attestato sul 3,9% appena mentre l’aumento delle confezioni vendute è stato del 4,1% dati nettamente inferiori agli incrementi a due cifre registrati dagli altri comparti che compongono l’universo grocery. I canali. Gli ipermercati stanno tirando la volata delle vendite (+15,2% a valore e +12,8% in volume) sull’onda di una pressione promozionale ai massimi: 26,1% (+0,6%), come dire che poco più di un prodotto su quattro negli ipermercati è in promozione. Anche nei supermercati si registra un netto incremento delle promozioni per reggere il passo: a febbraio l’aumento risulta pari al 2,5% a quota 18,8 per cento. L’aumento delle vendite risulta pari al 9,5% in valore e all’8,3% in quantità. Anche i piccoli supermarket stanno aumentando le promozioni (+2,1% a febbraio), ma l’intensità resta bassa (11,8%) e la marcia delle vendite non corre come negli altri canali: +6,6% in valore e + 2,9% in quantità. Le aree. In evidenza c’è sicuramente il Mezzogiorno che viaggia a pieni giri: l’incremento tendenziale delle vendite si è attestato a quota 14,9% a febbraio nettamente più alto della media. Nel Nord Ovest invece la crescita sembra accusare qualche timido rallentamento: +11% in calo però dal +12,9% tendenziale rilevato a gennaio. Frena un po’ anche il Nord Est: +7,2% dall’8,3% di inizio anno. Più stabile la marcia del Centro Italia: +9,7% sugli stessi livelli del mese precedente.
              VINCENZO CHIERCHIA