Bonanni Punta Al Sorpasso Della Cgil

03/05/2011

Il sorpasso della Cgil «è vicino» , ha detto ieri Raffaele Bonanni (foto). In realtà dietro i toni battaglieri del segretario della Cisl c’è un discorso avviato con la stessa Cgil sulla «certificazione degli iscritti» che potrebbe aprire le porte a un’intesa sull’annoso problema della rappresentanza e rappresentatività dei sindacati. Bonanni e i segretari della Cgil, Susanna Camusso, e della Uil, Luigi Angeletti, si sono parlati per una buona mezz’ora domenica, dopo il comizio unitario a Marsala. In sintesi: Camusso vuole uscire dall’angolo e rientrare nel gioco delle relazioni industriali. Bonanni e Angeletti sono disposti a darle una mano, ma a certe condizioni: che cessino gli episodi di intolleranza e intimidazione ai danni della Cisl e della Uil; che Camusso dimostri di controllare la situazione interna, in particolare la Fiom. In questo senso, i segnali che la Cgil invierà venerdì con lo sciopero generale saranno seguiti con attenzione da Bonanni e Angeletti. I tre leader si ritroveranno poi ad Atene, al congresso della Ces, la confederazione dei sindacati europei, a metà maggio. «Stabiliamo almeno la certificazione degli iscritti» , dice Bonanni. Si tratterebbe di ripartire dall’intesa del 2008 tra Cgil, Cisl e Uil che prevedeva appunto un metodo certo di verifica degli iscritti nel settore privato (nel pubblico c’è l’Aran che ha questo compito per legge) attraverso la trasmissione dei dati da parte delle imprese (che effettuano la trattenuta sindacale) all’Inps e quindi al Cnel. La certificazione dei «dati veri» , come ha detto ieri Bonanni, sarebbe il primo passo per costruire le regole sulla titolarità a stipulare i contratti in caso di contrasto fra i sindacati. Ed evitare così nuovi casi Fiat.