Bomba al supermercato: Al Continente solo silenzi

08/11/2000



Logo Repubblica.it
CERCA
SCRIVI
8 Novembre 2000Oggi in edicola

7 Novembre 20007 nov. 2000

6 Novembre 20006 nov. 2000

5 Novembre 20005 nov. 2000

4 Novembre 20004 nov. 2000

3 Novembre 20003 nov. 2000

2 Novembre 20002 nov. 2000

1 Novembre 20001 nov. 2000

31 Ottobre 200031 ott. 2000

30 Ottobre 200030 ott. 2000

29 Ottobre 200029 ott. 2000

28 Ottobre 200028 ott. 2000

27 Ottobre 200027 ott. 2000

26 Ottobre 200026 ott. 2000

25 Ottobre 200025 ott. 2000

Pagina 13
Al Continente
solo silenzi
niente notizie
per i clienti

Qui fu comprato anche l’uovo-bomba

dal nostro inviato


PORTOGRUARO (f.r.) – Concentrato di pomodoro? All’ipermercato Continente, 8500 metri quadri di alimentari proprio accanto al casello dell’autostrada, ce n’è quanto se ne vuole. In tubo, come quello che Unabomber ha riempito di esplosivo? Ecco qui un’ampia scelta, sul bancone della corsia 46. Supercirio lire 1.170, Triplo Mutti 990, Doppio Mutti 1.190, Mutti Verdurine 1.150. C’è perfino un inquietante Sugo Lampo Star, lire 1.040. La gente che passa spingendo carrelli strapieni o non sa niente, oppure se le infischia. La maggior parte non sa niente, e niente gli hanno detto qui al Continente per metterla sull’avviso.
Primo: non seminare il panico. Soprattutto quando potrebbe disturbare gli affari. E allora questo supermercato che propaganda "Grandi affari, tutto a mille lire" è tutt’altro che deserto, tutt’altro che preoccupato. Sì, ecco quattro poliziotti che confabulano con gli addetti alla sicurezza. Ma ai clienti, zero informazioni.
Signora, le hanno detto di fare un po’ di attenzione, di stare attenta alle confezioni? "No, non mi hanno detto proprio niente. Sì, lo so che l’uovo e il tubo di pomodoro venivano di qua, a quanto pare. Io guardo solo che i pacchetti non siano manomessi". Il marito, fatalista, aggiunge: "E se metemo le mani in tasca". Mima lo scongiuro.
Pare che i carabinieri siano stati qui, e abbiano passato il metal-detector in giro. Hai voglia: questo posto è sterminato. Che abbiano chiesto di vedere le registrazioni delle telecamere. Pare, perché nessuno dice niente.
Il direttore del Continente fa sapere di essere perennemente in riunione, e di non voler comunque dichiarare alcunché. Cassiere e impiegate, alcune sui pattini a rotelle per "velocizzare" il lavoro, sono delle tombe: "Non possiamo dire niente".
E anche il responsabile della sicurezza è quasi muto: "Il nome? Non lo dico. Anzi, noi non ci siamo mai parlati. Certo che siamo preoccupati. Ma intanto non è sicuro che il tubo di pomodoro sia stato comprato proprio qui". Magari no, ma l’uovo-bomba di sicuro sì. E altrettanto di sicuro Orlando e Nadia Ros venivano qui ogni settimana per fare la spesa: quaranta chilometri all’andata, da Cordignano, e quaranta al ritorno. Cosa non si fa per risparmiare.
Ma avranno almeno sostituito tutti i tubi di concentrato? "Ah, io non lo so". Tanto meno lo sanno i clienti. Qualcuno non ha visto i telegiornali, e non sa del pomodoro. Qualcuno ignora anche che proprio qui, sabato scorso, era stata comprata la confezione di uova esplosive. Tutti quanti, inquirenti e responsabili del supermercato, si sono accordati per non allarmare gli ignari consumatori. Quello della sicurezza dice che, comunque, i clienti non hanno fatto domande. Se le avessero fatte, non li avrebbero certo illuminati loro. "Sa, anche a noi ci dicono quello che vogliono loro", e indica in alto dove stanno i dirigenti.
Paura di compromettere gli affari. Ma anche la certezza di non aver fatto un gran figura, quanto a sicurezza. Il misterioso Unabomber è riuscito a collocare la confezione di uova e il tubo di concentrato sui banconi, senza che nessuno se ne accorgesse. E per fortuna non si è dedicato alle "zucche di Halloween", lire 1980 al chilo.
commenti

interni

esteri

cronaca

economia

cultura

spettacoli

sport

torino

milano

genova

bologna

firenze

roma

napoli

palermo