Bolzano. Cgil: «Sabato lungo, sindacati poco coinvolti»

09/11/2007

    venerdì 9 novembre 2007

      Pagina 6 – Bolzano e provincia

      CITY MARKETING

        Cgil: «Sabato lungo, sindacati poco coinvolti» Confesercenti e Artioli: «Disponibili a farlo»

          BOLZANO — Si riapre la discussione sull’apertura dei negozi il sabato pomeriggio nel capoluogo. La Cgil chiede l’apertura di un confronto che coinvolga tutti i soggetti rappresentativi dei vari interessi in campo. La richiesta arriva da Alfred Ebner, responsabile della Filcams/Lhfd (Federazione Italiana Lavoratori Commercio Albergo Mensa e Servizi), che di fronte al bilancio positivo raggiunto dal progetto "city marketing" evidenzia: «Rappresentiamo una parte importante per il successo dell’iniziativa e avremmo semplicemente il piacere di essere informati anche noi e non solo la controparte».

          Il sindacato chiede che anche la discussione sugli orari di apertura venga affrontata con tutte le parti in causa: «Al momento ci sfugge — commenta Ebner — come si voglia risolvere il problema della conciliazione dell’orario dei dipendenti con l’apertura dei negozi».

          La Confesercenti: «Siamo sempre disponibili ad un tavolo di confronto, su argomenti e problematiche che possano migliorare la situazione dei commercianti», dice Paolo Pavan. Distensiva Elena Artioli, fautrice dell’iniziativa: «Parliamone, anche se finora lamentele da parte dei commercianti non ne sono arrivate, anzi».

          T. L.