BOLOGNA: SCIOPERI PER I LAVORATORI DELLA RISTORAZIONE AUTOSTRADALE

02/08/2013

2 agosto 2013

Bologna: scioperi per i lavoratori della ristorazione autostradale

Le lavoratrici e i lavoratori delle aziende Autogrill, My Chef e Chef Express della provincia di Bologna, in seguito alle richieste da parte della associazione datoriale FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – in merito al rinnovo del CCNL del Turismo, effettueranno le prime 4 ore di sciopero nel mese di Agosto con “iniziative a sorpresa” per rivendicare il diritto ad un rinnovo contrattuale adeguato.

Sono infatti numerose le problematiche da affrontare in questi locali dove le condizioni di lavoro e salariali risultano essere sempre più difficili.
“A questo si aggiunge – dichiarano Fabio Fois della Filcams CGIL e Malgara Cappelli della Fisascat CISL di Bologna una trattativa sul rinnovo contrattuale in cui FIPE ha chiesto di volere l’eliminazione degli scatti di anzianità e della 14ma mensilità oltre alla richiesta di riduzione dei permessi individuali (rol) e di revisione del calcolo del periodo di malattia e il blocco di qualsiasi aumento salariale sino al 2015.
Per questi motivi è stato infatti proclamato dalle organizzazioni sindacali Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL, uno sciopero di 12 ore a livello nazionale con 4 ore da effettuare ai livelli territoriali e le altre 8 ore da utilizzare nel mese di Settembre se non ci sarà un passo indietro da parte delle aziende.
“I lavoratori” proseguono “non possono continuare a pagare la crisi con arretramenti dei diritti e delle tutele conquistate nel corso degli anni a cui si aggiungono ulteriori richieste irricevibili di arretramenti dal punto di vista salariale.”

Pertanto gli oltre 300 lavoratori dei locali in concessione autostradale del Cantagallo, della Pioppa, di Roncobilaccio e di Bentivoglio aderiscono allo sciopero indetto dai sindacati con iniziative di sciopero nei vari locali già a partire dal mese di agosto, per rivendicare il giusto diritto ad un vero rinnovo contrattuale.