Bologna. La Cgil lancia il «gallo d´oro»

29/05/2007
    marted� 29 maggio 2007

    Pagina VII – Bologna

      LA CURIOSIT�

      La Cgil lancia il "gallo d�oro"
      un premio alle aziende peggiori

      Un gallo al posto del tapiro, ma sempre d�oro e sempre per denunciare con ironia. La Cgil dei lavoratori del commercio e dei servizi sceglie un modo leggero per mettere sul tavolo il tema delle condizioni di lavoro delle donne nelle aziende. Per questa volta quindi non ci sar� nessun ricorso al Tribunale del Lavoro, ma una statuetta, il �Gallo d�oro 2007�, da consegnare all�impresa che stando alle segnalazioni arrivate dai posti di lavoro, ha messo in pratica atteggiamenti e comportamenti di discriminazione sessuale.

      �Abbiamo scelto l�ironia per parlare di un problema serio – dice Ramona Campari segretario della Filcams Cgil – Ma ancora oggi nelle aziende si assume personale femminile solo se di bell�aspetto, si trasferiscono in altre citt� od ad altre mansioni le lavoratrici appena rientrate in azienda dalla maternit�, non si applicano le pari opportunit�.

      Una giuria formata da delegati sindacali sceglier� il �vincitore�, affidandosi poi all�ironia di Tita Ruggeri che presenta la serata. La cerimonia si tiene oggi alle 20,30 alla �Manifesta� della Cgil bolognese alla C� Bura. Ironia ma anche riflessioni sul tema, con l�annunciata presenza dell�assessore provinciale Simona Lembi.

      (l.s.)