Blockbuster, esito incontro 16/09/2011

l’incontro in oggetto era stato programmato per verificare l’andamento della Cigs ma soprattutto per discutere con il liquidatore Dott. Galluccio dell’elaborazione del Piano di concordato per conoscere il percorso che dovrebbe condurre alla chiusura e/o cessione graduale dei punti vendita.

Il liquidatore di Blockbuster ci ha informato che presenterà richiesta di ammissione al concordato preventivo presso il Tribunale Fallimentare di Milano entro metà ottobre. Nel frattempo ha avviato una serie di confronti sia con il pool dei 14 affiliati della Blockbuster Italia, che con 8 importanti aziende, di cui 3 quotate in borsa, interessate all’acquisto di tutti o parte dei punti vendita. Sono stati già sottoscritti degli accordi di riservatezza, pertanto non ci ha potuto comunicare di quali aziende si tratti.

Il liquidatore tuttavia ci ha informato che come premessa ai colloqui di interesse ha sempre posto come priorità la salvaguardia del maggior numero possibile di posti di lavoro, criterio che anche noi crediamo debba essere preso in considerazione dalla procedura di concordato nella fase di accettazione delle offerte.

Pur avendo evidenziato numerose problematiche, fra le quali i ritardi negli accrediti delle retribuzioni, abbiamo convenuto, in accordo con la delegazione presente, di attendere che venga depositato l’atto in tribunale. Nell’atto saranno indicate le capacità dell’azienda di far fronte ai debiti e di poter sostenere quindi il concordato preventivo, per poter vagliare al meglio le offerte di acquisto.

Da parte sua, l’azienda si è impegnata ad incontrarci immediatamente dopo la presentazione del concordato per fornirci informazioni più dettagliate sul possibile scenario di prospettiva.

Nell’informarvi tempestivamente rispetto alla convocazione del prossimo incontro,

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi