Blockbuster – esito coordinamento 28-12-2011

TESTO UNITARIO

Care compagne, cari compagni,

si è tenuto, in data 28-12-2011, il programmato incontro con Blockbuster, ancora più opportuno date le notizie pubblicate dai giornali nei giorni passati.
Il liquidatore, Dott. Galluccio, ha confermato di aver presentato istanza per il concordato preventivo, lo scorso 20 dicembre.

La richiesta di ammissione prevede:

    cessione di circa 79 punti vendita ad “Esserebenessere”, catena di parafarmacie;
    imponendo la legge la presenza di farmacisti laureati, l’azienda assumerà 1 fulltime equivalent per punto vendita;
    i creditori privilegiati, primi fra tutti i lavoratori, saranno soddisfatti al 100%;
    Cigs per 12 mesi, con mobilità volontaria;
    Chiusura di tutti i punti vendita entro il 31 marzo, salvo eccezioni per vendere tutte le rimanenze di magazzino.

Il primo passo necessario per ottenere l’ammissione al Concordato Preventivo, è quello di effettuare la cessione dei punti vendita ad Esserebenessere, in quanto consentirà di dare copertura a buona parte dei debiti. Pertanto l’azienda attiverà le procedure di legge entro la prima metà di gennaio. Per altro, in caso di procedure concorsuali, il buon esito della cessione, è vincolato al raggiungimento dell’accordo sindacale. Immediatamente dopo, Blockbuster inoltrerà richiesta di convocazione al Mnistero del Lavoro, per ottenere la Cigs per 12 mesi, successiva a quella già in vigore, che scadrà il 28 febbraio prossimo.

Nei giorni scorsi ci sono state numerose polemiche, anche con toni accesi, in seguito alla proclamazione di sciopero in alcuni territori, per i giorni festivi. Abbiamo perciò contestato sia il merito che il metodo. E’ evidente che la vendita dei prodotti ancora presenti nei magazzini è importante per il buon esito del Concordato Preventivo. Tuttavia la totale mancanza di comunicazione e di informazione che abbiamo registrato da luglio ad oggi, fino a giungere alla chiusura di numerosi punti vendita anche da un momento all’altro, non ha suscitato spirito collaborativo nei lavoratori tutti. Perciò non possiamo che imputare all’azienda quanto avvenuto proprio durante le festività. Abbiamo perciò, ancora una volta, chiesto all’azienda di fornire tempestive informazioni su ogni passaggio che sarò effettuato.

Vi informeremo tempestivamente delle prossime comunicazioni ed incontri che concorderemo.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi