Bit for job in forte crescita

21/02/2006
    marted� 21 febbraio 2006

    Pagina 20 – Turismo

      Bit for job in forte crescita

        Tutto esaurito ai seminari. Positiva risposta dei giovani al direct recruiting. Espositori a +53% e grande affluenza di giovani

          di Pier Giorgio Cozzi

            Bilancio positivo per Bit for job edizione 2006. A poche ore dalla chiusura ufficiale, il project leader della manifestazione, Roberto Gentile, anticipa una valutazione preliminare, con un +53% di espositori rispetto all’edizione passata. Anche per i visitatori la percentuale � a due cifre. I seminari dedicati alle professioni del turismo e all’offerta formativa sono stati 54, in aumento del 30%. Unanime il gradimento per la formula da parte degli espositori. Scuole e universit� hanno avuto una vetrina per i loro corsi di laurea e master, gli operatori turistici e le societ� di recruiting si sono procurati contatti interessanti per quantit� e qualit�.

              La novit� operativa introdotta con l’edizione 2006, le giornate della selezione in loco, � stata la cifra peculiare dell’intera kermesse. Sul versante della domanda, studenti e giovani, a loro volta, hanno avuto un’offerta pi� ricca rispetto all’anno scorso e pi� vicina alle loro aspirazioni: un numero maggiore di corsi, di selezionatori e di aziende alla ricerca di personale. Dei numerosi seminari si � gi� detto: ognuno ha registrato il tutto esaurito.

                Certo, il prodotto Bit for job ha ancora margini di miglioramento. Per esempio, dovrebbe sprovincializzarsi, favorendo l’internazionalizzazione degli espositori: quest’anno erano presenti solo una societ� di recruiting austriaca, specializzata nel settore horeca (delusa per avere incontrato pochi operatori, il suo target vero), e una di Chiasso attiva nella selezione di animatori turistici in esclusiva per i grandi tour operator.

                  Sarebbe poi auspicabile una presenza dei responsabili delle risorse umane delle grandi catene alberghiere internazionali, oggi totalmente assenti; si giustificano spiegando che il rapporto tra costo della partecipazione e benefici (contatti, cio� curricula raccolti) fanno propendere per altre soluzioni: inserzioni su media specializzati, recruiting on-line. Una scelta che, probabilmente corretta in termini contabili, pu� essere miope in termini di marketing. Indicativa a questo proposito la decisione di Club Med, presente a Bit for job anche se non esponeva in Bit.

                    Sulle strategie di fondo della manifestazione non mancano gi� le polemiche. A questo riguardo, Roberto Gentile ha annunciato che, se Bit for job ci sar� ancora nel 2007, potrebbe non avere pi� alle spalle l’attuale squadra di organizzatori. Per quale motivo? Spiega Gentile: �Bit for job � nata nel 2005 per dare valore aggiunto alla borsa, collocando all’interno di una delle maggiori vetrine turistiche internazionali la vera ricchezza di questo settore: le risorse umane. Oggi ExpoCts, che organizza Bit, sembra avere dimenticato questo assunto di base ed � pi� attenta al business espositivo che al concept che Bit for job, con le sue poche centinaia di metri quadri, rappresenta. Se sar� cos� anche nel 2007, noi non ci saremo’. (riproduzione riservata)