Bingo, la Puglia fa 25 gestori col fiato sospeso

07/06/2001



Logo Repubblica.it
Bari

Pagina 8
Bingo, la Puglia fa 25
gestori col fiato sospeso

Entro il 18 giugno le assegnazioni. Assalto ai centralini del Monopolio

CRISTINA ZAGARIA


è fatta. La commissione del «Bingo» ha chiuso il capitolo Puglia. Alla nostra regione sono state destinate 25 sale Bingo (su 420 di tutta Italia): dieci a Bari, cinque a Lecce, quattro a Foggia e Taranto, due a Brindisi. La Commissione «aggiudicatrice» del Monopolio di Stato ha stilato la prima graduatoria. Si restringono i numeri e qualcuno già inizia a fare progetti. Mentre altri pensano alle contromosse. Per capirci: solo da Bari erano partite ben 41 domande, ne sono state scartate una ventina. Stesso discorso per Taranto e Foggia, dove su undici candidati sono rimaste in lizza sei «società». A Lecce su undici richieste sono arrivate al ballottaggio in sette e a Brindisi in tre. «Si abbiamo una graduatoria – dicono al Monopolio – ma ci possono essere ancora degli aggiustamenti e delle correzioni». Insomma, i giochi sono fatti, ma tutto è ancora tutto top secret. Eppure, le prime indiscrezioni iniziano a trapelare.
I centralini del Monopolio ieri sono stati presi d’assalto dai candidati pugliesi. I 15 giudici del «Bingo» hanno una rosa di «vincitori», per la Puglia. Sono poco più di una trentina. Ci sono i cosiddetti «titolari» e un parco di 1214 «riserve», cioè società che hanno tutti i requisiti in regola, ma che potranno aprire solo entro il 2003.
Questi giorni perciò sono cruciali. Al Monopolio si respira un clima d’assedio. Una parola in più, un particolare a favore di un candidato piuttosto che di un altro può far scalare le riserve tra i titolari e viceversa. La tensione è alta. Infatti, tutte le società che sono in lizza, dallo scorso gennaio hanno preso in fitto, o comunque hanno impegnato, dei locali e ritardare di un anno, o addirittura due, l’apertura significa che dovranno rimanere in passivo (sborsando i fitti o lasciando immobilizzati i locali) per altri sei mesi e poi entrare in un mercato già monopolizzato dai concorrenti che sono partiti a settembre di quest’anno.
Comunque tra meno di dieci giorni il mistero sarà sciolto. Ci sarà l’incoronazione dei 25 re del Bingo pugliesi. Il Monopolio renderà pubbliche le graduatorie.
Da oggi fino al 16 giugno, perciò, saranno giorni di fuoco. La Commissione procederà a tappe forzate. I commissari esamineranno le offerte ancora in attesa sabato 9 giugno, venerdì 15 giugno e sabato 16 giugno. Il 18 giugno le istruttorie saranno definitivamente chiuse e le graduatorie saranno blindate. Ad assegnazioni definitive la Commissione procederà all’ultimo controllo: la verifica che non vi siano situazioni di antitrust sul totale delle sale assegnate su tutto il territorio nazionale. Infatti, ogni persona fisica o società non potrà superare il 10% delle concessioni nazionali (42 su 420). A questo punto la partita passerà dalla Commissione al Monopolio per il sì definitivo e la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale dei vincitori.