Bernardi Group, Gruppo Coin, esito incontro 18/04/2013

Roma, 19 Aprile 2013

Oggetto: Gruppo Bernardi – circolare 19 aprile 2013

TESTO UNITARIO

si è tenuto ieri il previsto incontro presso la sede della Presidenza Regionale della Regione Friuli Venezia Giulia con il Gruppo Bernardi, l’Azienda Coin e con la mediazione dell’assessore alle politiche del lavoro Dott.ssa Angela Brandi.

La situazione del Gruppo Bernardi è molto pesante sotto il profilo economico e nelle vendite; da diversi giorni anche negli approvvigionamenti di merce, in quanto Gruppo Coin, con il quale ha in corso un contratto di fornitura, non intende più dare corso al contratto per troppa esposizione finanziaria, sempre nei confronti di Bernardi.

All’incontro l’intenzione di Gruppo Coin di acquisire alcuni negozi Bernardi – si parla di 6 o 7 PV – non è stata confermata e il Gruppo si è dato una settimana di tempo per prendere una decisione e comunicarla a Bernardi e alle OO.SS.

Ulteriori 10 negozi, a detta di Bernardi, sono oggetto di alcune trattative che dovrebbero portare ad una cessione presso altra azienda (ancora non si fanno nomi). Anche in questo caso entro la fine del mese di aprile dovremmo avere alcune indicazioni più chiare sullo sviluppo di queste trattative.

Siamo pertanto ancora in una fase interlocutoria e una schiarita dovrebbe arrivare nelle prossime giornate.

Nel frattempo il gruppo Bernardi ci ha inviato un documento, che trovate in allegato, dove ci anticipa la richiesta che lo stesso effettuerà al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per 186 lavoratori, compresi i 70 lavoratori della sede di Ronchis (UD), i quali sono già in CIGS dal 10/09/2012 per un anno.

Nell’incontro previsto dalla procedura affronteremo il piano degli esuberi compresa la ricollocazione del personale che, in forza di possibili affitti o cessioni di azienda, saranno occupati presso altri datori di lavoro.

Per quanto riguarda il resto dei punti vendita a marchio Bernardi, lo stesso Gruppo ha confermato l’invio della procedura 2112 c.c. per l’affitto di ramo d’azienda a S.D.S. e il relativo trasferimento dei lavoratori dipendenti a detta società. Rimaniamo pertanto in attesa della documentazione per incontrarci con Bernardi e S.D.S. per affrontare il futuro di queste filiali e dei dipendenti ivi occupati.

Come OO.SS. siamo molto preoccupati di una situazione che si sta trascinando da tempo e che non vede, almeno al momento, una soluzione positiva per il mantenimento di tutte le maestranze. Lo stesso Gruppo Coin, al di là dei 6/7 negozi citati, ha chiuso ogni possibilità di discussione rispetto all’acquisizione di altre parti dell’azienda mentre Bernardi ha comunicato che se per i 10 negozi rimasti fuori dalla trattativa Coin non viene trovata a soluzione esterna, gli stessi potrebbero essere affittati a S.D.S., come i negozi a marchio.

Vi terremo informati sull’evolversi della situazione e sulla convocazione delle prossime riunioni presso l’azienda e presso il Ministero.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi