Bernardi Group, Go Kids, SDS, circolare aggiornamenti 08/05/2013

Roma, 8 Maggio 2013

in seguito all’incontro dello scorso 18 aprile, presso la Regione FVG, Bernardi Group ha attivato a posteriori la procedura ex art. 47 per l’affitto di 27 punti vendita ad insegna Go Kids, con esclusione pertanto di 4 PV – Pieve di Soligo (TV), Gradisca d’Isonzo (GO), Marghera (VE) e Casalecchio di Reno (BO) – e per 10 ad insegna Bernardi, a Società Distribuzione e Somministrazione Srl.

Solo ieri pomeriggio ha confermato l’incontro per questa mattina, in Roma. Data la situazione abbiamo ritenuto opportuno incontrare l’azienda. Il Gruppo Bernardi ci ha informato che la procedura riguarda solo alcuni punti vendita Go Kids; sono presenti, infatti, difficoltà da parte di Bernardi Group circa l’affitto degli immobili, inoltre Coin ha sollevato problemi in riferimento alla proprietà dell’insegna Bernardi. Per quanto riguarda i punti vendita ad insegna Bernardi, affittati ad SDS qualche giorno fa, questi torneranno in capo al Gruppo. Ad oggi pertanto sono quindi complessivamente 27 i punti vendita oggetto dell’ulteriore procedura di CIGS richiesta al Ministero del Lavoro da parte di Bernardi Group.

Coin avrebbe nuovamente manifestato interesse ad acquisire 7 punti vendita già precedentemente comunicati, ma intenderebbe assumere il personale dalla Cigs.
Su nostra richiesta Bernardi Group si è resa disponibile a sottoscrivere un Verbale di Accordo per l’affitto dei punti vendita Go Kids, in cui si prevede l’applicazione in toto dell’art. 2112 CC, quindi il mantenimento del trattamento economico e normativo preesistente per tutti i lavoratori. Abbiamo perciò ritenuto opportuno sottoscrivere il verbale che trovate in allegato, superando così la richiesta inviata da Bernardi ai singoli lavoratori di sottoscrivere un verbale di conciliazione individuale, in deroga a quanto previsto dal citato articolo di legge.

Per quanto attiene invece alla Cigs, nonché per definire la questione inerente gli ulteriori 4 PV Go Kids citati, abbiamo rinviato al confronto presso il Ministero del Lavoro, che dovrebbe convocarci nei prossimi giorni.

Vi daremo tempestiva informazione dei successivi sviluppi.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi